• Home
  • Cronaca
  • Laurito, “Questa discarica non s’ha da fare”

Laurito, “Questa discarica non s’ha da fare”

di Marianna Vallone

Di “don Rodrigo” pronti a contrastare la creazione di una discarica provinciale nel Comune cilentano di Laurito ce ne sono molti: quasi 2500 solo sul gruppo Facebook “Cilento oltre il rifiuto”.

E, come per il romanzo di Manzoni, anche in questo caso i cittadini dei comuni cilentani – e non solo – contano e sperano in un lieto fine.

Dalla notizia, diffusa a metà ottobre, ad oggi si è formato un comitato civico “Cilento oltre il rifiuto”, è partita una raccolta firme e una petizione on-line per dire “No” alla realizzazione della discarica a Laurito e sono state programmate assemblee e incontri comunali straordinari.

Il 31 ottobre il sindaco di Montano Antilia ha convocato un consiglio intercomunale presso l’aula consiliare del Comune di Laurito al quale hanno partecipato anche i sindaci di Futani, Cuccaro Vetere, Celle di Bulgheria, Rofrano, Torre Orsaia, Alfano, Roccagloriosa, il consigliere provinciale Amelia Viterale-Grosso, il commissario liquidatore del CORISA 4, Domenico Del Gaudio e Gianfranco Valiante, consigliere regionale.

Le considerazioni del comitato “Cilento oltre il rifiuto” all’indomani del consiglio del 31 ottobre.

1-     Il Comitato esprime soddisfazione per l’unanime No alla discarica.

2-     Alcuni tratti dei discorsi dei sindaci, specialmente quelli di Laurito e Montano Antilia, sono  comuni a quelli delle tesi elencate dal comitato. Positivo segnale di comunione d’intenti, considerando anche la volontà di prendersi carico dei propri rifiuti, proponendo alternative alla Provincia.

3-     Il Comitato esprime altresì sbigottimento, per lo scarso spessore della discussione, il  disorientamento di alcuni sindaci, la totale mancanza di informazioni in merito. Riteniamo allarmante la non informazione del consigliere provinciale Viterale-Grosso; a nostro avviso sintomatologica del tentativo di sopruso da parte della Provincia nei confronti del territorio. Non si può non informare di una scelta così importante per il comprensorio un Consigliere Provinciale residente a pochi km dal sito.  Più che di progetto discarica, qui siamo davanti ad una vera e propria “Operazione Discarica”.

4-     Il Comitato, pur dialogando con tutte le parti in causa intende ricordare, che non è assolutamente disposto a farsi strumentalizzare da nessuno. Restiamo fermamente convinti che “la terra non ci sia stata lasciata in eredità dai nostri padri ma in prestito dai nostri figli”, come ricordato anche da uno dei sindaci intervenuti nel dibattito. Chiarezza e comunione d’intenti. Per far ciò sarà necessario non guardare in faccia a nessuno, ed è  quello che in sostanza chiediamo ai primi cittadini, oltre alla disponibilità di individuare insieme al comitato, un percorso novo e virtuoso per la gestione rifiuti in questo territorio, basandoci sempre sul già citato e ripreso ieri sera da un altro dei sindaci presenti, principio delle 4r (riduzione, riuso, riutilizzo, riciclo).

 

Le considerazioni del comitato “Cilento oltre il rifiuto” all’indomani della riunione del 6 novembre presso la sede della Pro Loco di Laurito.

Il Comitato “Cilento oltre il rifiuto” nella riunione del 6 Novembre 2011 tenutasi in Laurito nei locali sede della Pro Loco 

constatato che i Sindaci hanno dichiarato la loro contrarietà alla discarica e che a tale dichiarazione devono seguire conseguenti iniziative;

ritenuto:

–  che nelle aspettative delle popolazioni i Sindaci devono assumere la guida della protesta in virtù della rappresentanza generale della comunità che a loro spetta e che esprimono ai livelli superiori di governo;

– che in virtù della carica che rivestono hanno la possibilità di interloquire con gli enti interessati alla vicenda;

– che dispongono di mezzi tecnici ed amministrativi, dati dalle strutture comunali, nonché di risorse economiche necessarie ad intraprendere le azioni di contrasto nei confronti della localizzazione della discarica comprensoriale;

– che dopo la chiara presa di posizione delle popolazioni i Sindaci avrebbero dovuto assumere un ruolo maggiormente costruttivo caratterizzato da iniziative e da coordinamento delle attività di protesta;

– che gravi interventi registrati sulla stampa da parte di vari assessori provinciali volti ad intimorire le popolazioni e i Sindaci, questi ultimi definiti come irresponsabili, non hanno trovato una adeguata risposta che pure meritavano rispetto all’idea di imporre alla cittadinanza decisioni gravi senza alcun confronto e sulla base di fantomatici studi e dubbie attività istruttorie;

– che l’operato dei Sindaci è ritenuto insufficiente rispetto all’esigenza di contrastare la localizzazione della discarica;

– che è necessario per il prosieguo che i sindaci chiariscono le reali loro intenzioni è soprattutto che mettano in campo tutte le possibili iniziative concordandole e condividendole con le popolazioni e il Comitato;

– che in mancanza questo Comitato adotterà comunque le proprie determinazioni;

tanto ritenuto

Il Comitato comunica e rende noto al sindaco di Laurito quanto sopra esposto e chiede di chiarire in maniera definitiva la sua posizione, di confermare cioè la contrarietà alla discarica assumendo però nei fatti la partecipazione positiva alle azioni di contrasto;

chiede al sindaco:

– il coinvolgimento dei consiglieri e assessori comunali sembrati al momento estranei alla vicenda, attraverso la convocazione di un consiglio comunale permanente;

– auspica la collaborazione attiva del Comune alle iniziative del Comitato;

– l’immediata nomina di un legale per impugnare al TAR il decreto di nomina del Commissario Vardè;

– il coinvolgimento istituzionale dei Sindaci dei comuni interessati ai quali deve essere richiesta la loro fattiva partecipazione attraverso azioni concrete;

– il coinvolgimento degli uffici comunali nelle attività tecniche ed amministrative volte alla partecipazione nel procedimento amministrativo ai sensi della legge 241/90, in atto presso la provincia di Salerno e nel quale il Comune di Laurito e gli altri Comuni devono caratterizzarsi e dichiararsi interessati in nome e per conto della popolazione che rappresentano;

– l’acquisizione urgente dei documenti, cartografie, disegni, atti e quant’altro sotto qualsiasi forma prodotto dalla Provincia e dal Commissario Vardè inerente l’ipotesi di localizzazione della discarica;

– la condivisione trasparente e leale da parte del Sindaco al Comitato delle informazioni ancorché non realizzate in forma scritta che attengono rapporti con politici, autorità, dirigenti e responsabili di uffici o altri soggetti istituzionali competenti a vario titolo sulla localizzazione della discarica;

– l’impegno dell’Ufficio Tecnico del Comune a rilasciare al più presto al Comitato una relazione che individui l’area oggetto dell’intervento ne definisca i vincoli secondo la normativa ed i piani vigenti adottati dal Comune o da altri enti e relazioni in ordine all’esistenza di elementi di rischio circa l’inquinamento di corsi d’acqua, per ragioni geologiche o idrogeologiche e per ogni altro elemento;

– di notificare un atto formale alla Provincia contenente il divieto di accedere ai luoghi senza preventiva autorizzazione del Comune medesimo, il quale, a tale scopo, s’impegna a sentire previamente il Comitato;

–  altresì di prendere atto, che attraverso il presente documento il Comitato si dichiara soggetto interessato alla partecipazione ai procedimenti amministrativi di competenza del Comune di Laurito e che attengono l’argomento in discussione, ai sensi della legge sul procedimento.

Il comitato chiede di passare dalle parole ai fatti, chiede risposte e rassicurazioni.  

 

©


Leggi anche:

Su Tele Rofrano il video del consiglio intercomunale a Laurito sulla discarica comprensiorale

Cilento oltre il rifiuto: la petizione on line per dire “no” alla discarica a Laurito

Laurito. “Non toccate il nostro Cilento”, cresce il comitato contro la discarica

Laurito, “Cilento oltre il rifiuto” per informare, aderire, responsabilizzare

“Cilento oltre il rifiuto” è il gruppo Facebook contro la discarica di Laurito

Laurito: una delle quattro discariche provinciali sul suo territorio

Assemblea pubblica nell’aula consiliare di Laurito contro la discarica

Discarica di Laurito. “Siamo preoccupati per i giovani”

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019