• Home
  • Cronaca
  • Casal Velino: 900 firme non fermano i lavori di demolizione di piazza Marconi

Casal Velino: 900 firme non fermano i lavori di demolizione di piazza Marconi

di Vince Esposito

Il 25 novembre l’associazione “Obiettivo Comune” ha incontrato Domenico Giordano, sindaco di Casal Velino, per chiedere la sospensione del progetto di riqualificazione di piazza Marconi, nella frazione Marina, che prevede l’eliminazione dell’unica piazza della località balneare per realizzare due corsie di marcia per i veicoli.

L’incontro era stato sollecitato nei giorni precedenti dai componenti dell’associazione sulla scorta di una petizione, che è stata firmata da 900 persone, tra cittadini e turisti, con la quale si proponeva all’amministrazione comunale di migliorare la manutenzione del luogo simbolo di Casal Velino Marina, senza tuttavia stravolgerlo completamente con un intervento che costerà 600.000 €, finanziati con un mutuo trentennale, ai quali vanno aggiunti 555.000 € di interessi.

Il sindaco e l’amministrazione comunale non hanno condiviso le perplessità dei firmatari e hanno confermato il piano di riqualificazione, ritenendo che l’intervento migliorerà l’estetica della frazione.

Fabio Maria Morinelli, portavoce di “Obiettivo Comune”, afferma: “L’associazione prende atto della poca sensibilità mostrata dal sindaco e dall’amministrazione nel fissare l’incontro di venerdì quando, e già a partire dalla giornata precedente, la piazza è stata transennata per dare inizio ai lavori, che sono partiti con le prime demolizioni il 26”.

E continua: “Risulta incomprensibile l’urgenza mostrata dall’amministrazione, che ha provveduto a dare inizio ai lavori senza aver pubblicato l’aggiudicazione definitiva dell’appalto e senza aver stipulato il contratto con l’impresa, considerato anche il disagio che il cantiere, aperto in pieno centro,  crea ai cittadini in concomitanza con il periodo natalizio”.   

Dopo aver ringraziato tutte le persone che “hanno condiviso la petizione e ne hanno compreso lo spirito di proposta e di democrazia partecipata che la animava”, il portavoce ribadisce l’intento dell’associazione: “In questo stesso spirito, si andrà avanti e si sosterrà con maggiore forza la proposta alternativa che era stata suggerita all’amministrazione comunale, ovvero rendere più gradevole e funzionale piazza Marconi attraverso una sua pedonalizzazione, purché ci fosse l’accordo dei commercianti e dei cittadini, e di spostare il traffico veicolare sul parallelo canale Tuvolo”.

Intanto, i lavori di demolizione di piazza Marconi procedono…

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019