Pubblicato il Lascia un commento

Casal Velino: il Conai finanzia il piano di comunicazione locale 2012 sulla raccolta differenziata dei rifiuti attuato dal comune

Il Conai, consorzio per il recupero degli imballaggi, ha finanziato il progetto “Comunicazione locale 2012 sulla raccolta differenziata”, attuato dal comune di Casal Velino.

L’accordo di programma quadro Anci-Conai 2009/2013 anche per quest’anno ha dato particolare attenzione agli aspetti legati alla comunicazione locale, volta principalmente ad informare e sensibilizzare i cittadini alla raccolta differenziata e all’avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio.

Per contribuire allo sviluppo di questa importante attività di supporto alla gestione del servizio di raccolta differenziata organizzato dagli enti locali, il sistema Conai ha previsto una quota di finanziamento consistente del proprio budget complessivo di comunicazione.

Il comune di Casal Velino ha aderito a tale iniziativa presentando un “progetto per la realizzazione dell’attività di comunicazione locale 2012 sulla raccolta differenziata dei rifiuti”, che è stato valutato positivamente e ammesso al co-finanziamento da parte del Conai.

«Il piano di comunicazione stilato dal comune di Casal Velino – spiega Antonio Caputo, assessore all’Ecologia – prevedeva, tra l’altro, tradizionali strumenti di diffusione quali: calendario 2012 sulla raccolta differenziata, brochures, volantini, facebook, conferenze, mailing list, comunicati stampa».

«Inoltre – aggiunge l’assessore – sono state realizzate iniziative di partecipazione e comunicazione attraverso lo svolgimento di giornate dedicate all’ambiente e l’allestimento di stand informativi».

E conclude soddisfatto: «La comunicazione, grazie ad un linguaggio semplice e creativo e al frequente utilizzo di esempi pratici, ha avuto maggiore valenza divulgativa e il piano di comunicazione di educazione ambientale si è diffuso positivamente all’interno delle scuole».

Il ringraziamento finale va, come sempre, ai cittadini: «L’utilizzo di questi canali ha avuto una notevole importanza anche per la vastità dell’utenza locale e turistica coinvolta, che si è mostrata estremamente predisposta alla ricezione e all’attuazione del piano di comunicazione sulla raccolta differenziata».

©   

Pubblicato il Lascia un commento

Ascea Marina, workshop su meccanismi base dell’epilessia: appuntamento 23 e 24 novembre

Si terrà ad Ascea Marina, il 23 e il 24 novembre, presso l’auditorium “Parmenide” della Fondazione Alario per Elea-Velia ONLUS, il workshop “Basic mechanism of epilepsies: lessons from new epileptic syndromes”.

Il workshop si inserisce nel percorso iniziato con gli ormai tradizionali incontri di Ascea nel marzo 2008 (Epileptic syndromes in development) e dipanatosi con l’approfondimento della storia naturale delle epilessie nell’età evolutiva e delle sue conseguenze sulla vita del bambino (Children growing up with epilepsy, ottobre 2009) e con lo studio di forme meno comuni o di varianti atipiche (Uncommon forms of epilepsies, marzo 2011).

L’attuale incontro si propone l’ambizioso scopo di penetrare nei meccanismi di base delle epilessie, attraverso lo studio delle nuove sindromi e il contributo dei moderni strumenti di studio, in particolare della genetica e delle tecniche di neuroimaging.

Pertanto, particolare attenzione verrà dedicata alle sindromi epilettiche dell’età evolutiva di recente descrizione, alle epilessie temporali laterali familiari e al ruolo delle mutazioni di LGI1, alle epilessie miocloniche progressive e non, alle epilessie che caratterizzano alcuni microarrangiamenti cromosomici.

Punto di partenza delle varie sessioni sarà la clinica. Attraverso sessioni video-EEG verranno proposti casi reali (from the bed…) che saranno ripresi in lectures (to the bench) e discussi in sessioni interattive.

Lezioni magistrali preciseranno il ruolo dei canali ionici nell’epilessia e nella sua terapia.

I dati derivanti da modelli clinici offerti dalle epilessie riflesse verranno proposti a supporto di più moderni tentativi di classificazione delle epilessie.

A conclusione un confronto tra clinici e neuroradiologi avrà il compito di allargare ulteriormente l’orizzonte delle applicazioni delle moderne tecniche di neuroimaging e di neurofisiologia.

Il workshop è riservato a 40 medici specialisti in neurologia, neuropsichiatria infantile e neurologia pediatrica.

Segreteria scientifica: C. Caccavale, C. Ciampa, L. Del Gaudio, M. De Vito, M. Ianniciello, L. Santulli, Centro per l’Epilessia, Dipartimento di Scienze Neurologiche, Università Federico II, Napoli. Per informazioni: sstriano@libero.it

Responsabile scientifico del corso: Salvatore Striano, Centro per l’Epilessia, Dipartimento di Scienze Neurologiche, Università Federico II, Napoli.

Comitato organizzativo locale: V. Pizza, G. Volpe, Dipartimento di Neuro-Orto-Traumatologia, ASL Salerno 3, Regione Campania. Tel: 0974/711332.

Organizzazione logistica: Elea Congressi Scarl – Via Parmenide – Ascea Marina (SA)

©

Pubblicato il Lascia un commento

Casal Velino: distribuzione gratuita taniche per lo smaltimento degli oli vegetali esausti

Il comune di Casal Velino, in collaborazione con la pro loco di Marina di Casal Velino e i volontari del servizio civile, si attiva per distribuire gratuitamente le taniche per gli oli vegetali esausti.

«Gli oli esausti sono una categoria di rifiuti che, se non adeguatamente smaltita, può provocare inquinamento e danni all’ambiente»: dichiara Antonio Caputo, assessore all’Ecologia del comune.

E continua: «L’olio esausto, classificabile in diverse tipologie, deve quindi essere raccolto e smaltito in vista del recupero e del riciclo dello stesso».

Calendario distribuzione taniche:

–         13 novembre, dalle ore 9:15 alle 12:30, in prossimità di piazza Colonnello Lista a Casal Velino capoluogo

–         14 novembre, dalle ore 9:15 alle 12:30, presso il monumento ai caduti ad Acquavella

–         16 novembre, dalle ore 9:15 alle ore 12:30, presso il punto informazioni della pro loco di Marina di Casal Velino

–         18 novembre, dalle ore 9:15 alle ore 12:30, presso la piazza antistante la chiesa in località Bivio di Acquavella

©   

 

Pubblicato il Lascia un commento

Vallo della Lucania: “Sanità e Territori” con l’onorevole Gero Grassi

Il 9 novembre alle ore 17.30, presso l’aula consiliare di Vallo della Lucania, si terrà un incontro pubblico sul tema “Sanità e Territori”, organizzato e promosso da Simone Valiante, consigliere provinciale di Salerno e responsabile dell’associazione “Il Domani d’Italia”.

Al dibattito parteciperanno, tra gli altri, Antonio Squillante, direttore generale dell’Asl Salerno, Antonio Valiante, vice presidente del consiglio regionale della Campania, Alessandro Cosimi, sindaco di Livorno.

Le conclusioni saranno affidate a Gero Grassi, vice presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati.

 

Pubblicato il Lascia un commento

Ascea: corso gratuito di preparazione all’esame regionale di guida turistica

La Fondazione Alario per Elea-Velia Onlus, in qualità di ente di formazione accreditato dalla Regione Campania, in considerazione del bando di ammissione al corso di preparazione all’esame regionale di guida turistica, indetto dal decreto dirigenziale n° 185 del 28/09/2012 della Regione Campania ACG 13 – Turismo e beni culturali, con oggetto “Professione di Guida Turistica. Indizione esami”, promuove un corso gratuito di preparazione all’esame per la professione di guida turistica.

Il corso si svolgerà in collaborazione con la cooperativa Cilento Servizi che, considerato l’incremento di presenze all’interno dell’Oasi Alento, ha interesse a rafforzare il suo organico con l’inserimento di tali figure professionali.

Il percorso formativo, della durata complessiva di 150 ore, è riservato a coloro che intendono acquisire le competenze necessarie per sostenere l’esame di abilitazione per la professione di guida turistica, prevede la partecipazione di docenti qualificati e tratterà, in coerenza con l’avviso regionale, l’intero corpo delle materie d’esame.

Le lezioni si terranno presso la sede della Fondazione Alario in viale Parmenide, Ascea – loc. Marina (SA).

Considerato il periodo di crisi economico-sociale che attanaglia il territorio, le crescenti difficoltà dei giovani di esprimersi nel mondo del lavoro, l’opportunità lavorativa offerta dal bando e il particolare interesse dell’Oasi Fiume Alento a reclutare, presso la propria sede, i giovani che, al termine del corso, saranno ritenuti maggiormente meritevoli, il consiglio di amministrazione della Fondazione Alario ha deciso di farsi carico interamente delle spese di realizzazione del corso per un massimo di 80 persone.

Le domande, redatte sull’apposito format (allegato A), disponibile sul sito www.fondazionealario.it, dovranno essere inviate, a pena di esclusione, al seguente indirizzo e-mail corsoguida@fondazionealario.it, entro le ore 18.00 del 15 novembre p.v.

Ove le domande superino le 80 unità, la Fondazione Alario si riserva la possibilità di stabilire una preselezione per determinare gli aventi diritto a partecipare gratuitamente al corso.

I criteri di preselezione saranno resi noti successivamente alla chiusura dei termini di presentazione delle domande.

Per informazioni: http://www.fondazionealario.it/main.asp?modulo=news_det&id=204

 

©

Pubblicato il Lascia un commento

Coldiretti: eletti i presidenti di Capaccio e Agropoli

Sotto il coordinamento del segretario territoriale Gerardo Dell’Orto, la Coldiretti rinnova i vertici a Capaccio e ad Agropoli.

A guidare la sezione di Capaccio l’imprenditore agricolo Nicola Palma, titolare di un’azienda specializzata nella produzione di erbe aromatiche. Vicepresidente Nicola Palmieri, dell’azienda agricola “Tenute Vannulo”. Consiglieri Riccardo D’Alessio, Pasqualino Colangelo, Francesco D’Angelo, Roberto Ciuccio e Roberto Torre.

Per la sezione di Agropoli è stato eletto presidente Giuseppe Polito, allevatore, titolare di un’azienda zootecnica. Consiglieri gli imprenditori agricoli Sergio Picariello, Emilio Gargano, Paolo Francesco Ianni, Mario Matarazzo, Vito Polito e Piero Matarazzo.

“E’ nostra intenzione valorizzare al massimo una classe di giovani dirigenti che sempre più si va affermando nel panorama imprenditoriale salernitano”: commenta il direttore provinciale Coldiretti Salvatore Loffreda.

E continua: “Le assemblee rappresentano l’occasione non solo per un confronto tra i soci e i dirigenti Coldiretti ma anche per approfondire le tematiche del grande progetto “La filiera Agricola tutta Italiana” e un’occasione di dibattito sullo stato dell’agricoltura salernitana e sulla Politica Agricola Comune 2014/2020”.

 

Pubblicato il Lascia un commento

Delegazione di tour operator e giornalisti brasiliani in visita nel Cilento

Nell’ambito dell’educational tour “Il Brasile incontra la provincia di Salerno”, una delegazione di tour operator e giornalisti brasiliani, guidata dal presidente della Camera di Commercio italo brasiliana Pietro Petraglia, sta visitando i luoghi più significativi del Cilento e dell’intero territorio provinciale e incontrando gli operatori del settore turistico. 

Il tour, dopo Paestum, Castellabate, Velia, Acciaroli, Prignano Cilento, Morigerati, Padula, Pertosa, Palinuro e Camerota, si concluderà con la visita della costiera amalfitana (Raito, Amalfi, Ravello, Minori, Maiori, Positano), di  Cava de’ Tirreni e di Nocera Inferiore.

L’iniziativa, organizzata dalla Provincia di Salerno, dalla Camera di Commercio di Salerno e dalla Confesercenti provinciale, intende promuovere sul mercato brasiliano il territorio della provincia.

«Un momento importante per la valorizzazione del nostro territorio, ma soprattutto un’occasione concreta di crescita reciproca»: spiega Antonio Iannone, presidente della Provincia di Salerno, che ha accolto la delegazione il 28 ottobre al castello Arechi.

«L’obiettivo – aggiunge Costabile D’Agosto, assessore al Turismo – è fare sistema, creando una rete che consenta di sviluppare un’offerta variegata e al tempo stesso unica».

 

 

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

Roccagloriosa e Celle di Bulgheria: raduno nazionale della Protezione Civile Gruppo Lucano

Il 27 e il 28 ottobre, tra il comune di Roccagloriosa e quello di Celle di Bulgheria, si svolgerà il raduno nazionale della Protezione Civile Gruppo Lucano.

Il 27 mattina, nelle scuole medie ed elementari del comune di Celle di Bulgheria, ci sarà un incontro dedicato all’educazione e al comportamento da adottare in caso di sisma.

Nel pomeriggio seguirà un convegno sul rischio di terremoti nelle aree cilentane, alla frazione Poderia del comune di Celle di Bulgheria.

Il 28 mattina a Celle di Bulgheria e Poderia è previsto il raduno vero e proprio del Gruppo Lucano, con l’arrivo di circa mille volontari, mentre nel pomeriggio si terrà a Celle di Bulgheria un convegno sul tema “volontariato, sicurezza e benessere per una coesione sociale”.

Per informazioni: 348 8402472 – Vinci Domenico, presidente provincia di Salerno per il Gruppo Lucano.

©   

 

Pubblicato il Lascia un commento

Casal Velino: i numeri della raccolta differenziata per il 2011, merito ai cittadini

L’amministrazione comunale di Casal Velino, nella persona dell’assessore all’Ecologia Antonio Caputo, rende noti i risultati raggiunti nell’attività di raccolta differenziata relativa al 2011.

«Il comune di Casal Velino si è inserito tra i pochi comuni della Regione Campania, in special modo quelli costieri, che hanno superato il 65% di raccolta differenziata, raggiungendo il 69,38% nel 2011»: spiega Caputo.

E continua: «Il raggiungimento di tale soglia ha evitato l’aumento dei costi di conferimento dei rifiuti e la preclusione all’accesso a fondi di finanziamento, nonché il rischio di commissariamento dell’ente, dovuto al mancato superamento delle percentuali minime fissate dalla legge per la differenziata».

L’assessore si sofferma, inoltre, sulle previsioni per il 2012, facendo riferimento ai servizi offerti dal comune in materia di educazione ambientale e attività di raccolta dei rifiuti: “«Le percentuali della raccolta sono cresciute vertiginosamente negli ultimi anni e si auspica un’ulteriore crescita nel corso del 2012 a seguito dell’attivazione dell’isola ecologica in località Ieschi, al potenziamento del servizio porta a porta e all’introduzione delle postazioni mobili nella frazione Marina: metodi, questi, che permettono alte rese di raccolta differenziata, in qualità e quantità»”.

Infine, Caputo esprime parole di merito per i cittadini e per la raggiunta consapevolezza dell’importanza della tutela e della valorizzazione ambientale: «Tali lodevoli risultati sono soprattutto il frutto dell’impegno e della volontà di tutti i cittadini, ai quali va un grande ringraziamento e un invito a continuare a fare la differenza».

©   

 

Pubblicato il Lascia un commento

Agropoli, Barbato attacca il Pd:«Alfieri amministratore marcio»

L’onorevole Franco Barbato dell’Italia dei Valori, attraverso le pagine del suo sito, attacca duramente il Partito Democratico e il sindaco Alfieri, definendolo «marcio». «I giovani democratici di Agropoli – afferma Barbato – denunciano la cattiva politica del sindaco Alfieri al presidente nazionale probiviri Luigi Berlinguer il quale, allarmato dalla gravità del caso, rassicura i giovani interessando la direzione del Pd finale: Alfieri è uno dei sindaci Pd più votati d’Italia, meglio cacciare i giovani piuttosto che un amministratore marcio, al partito conviene più così!». «Il caso Alfieri – conclude Barbato – purtroppo per il Pd campano diventa sempre più regola anziché eccezione».

©

 

 

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

Capaccio: avviso pubblico per la costituzione di 6 short list di prestatori d’opera intellettuale

L’istituzione Poseidonia, organo del comune che si occupa dell’organizzazione degli eventi e della promozione del territorio, intende costituire 6 short list per l’individuazione di un pool di prestatori d’opera intellettuale per l’espletamento dei servizi professionali necessari alla realizzazione di progetti di marketing territoriale e di manifestazioni pubbliche nell’ambito della cultura, del turismo e dello sport, mediante selezione per curriculum vitae e colloquio.

I candidati dovranno essere in possesso di specifiche competenze ed esperienze in uno o più gruppi tematici: gestionale, giuridico-economico; comunicazione/informazione/multimediale; biblioteca multimediale; marketing del turismo, cultura e sport; eventi e servizi al pubblico; area tecnica e servizi.

Il periodo di attività sarà quello previsto nei singoli progetti approvati dall’istituzione. 

Il compenso sarà parametrato a quello stabilito dai CCNL per le qualifiche professionali similari e rapportato al periodo di lavoro.

Il bando, che contiene tutte le indicazioni per presentare la domanda, e il modulo di partecipazione possono essere scaricati dal sito web del comune di Capaccio: www.comune.capaccio.sa.it, sezione bandi e concorsi.

La scadenza fissata per la ricezione della domanda, da trasmettere a mezzo e-mail all’indirizzo protocollo@pec.comune.capaccio.sa.it, è per il giorno 29 ottobre 2012.

«Al momento della costituzione dell’attuale cda, affermai che era nostra intenzione cambiare il modo di fare turismo a Capaccio»: dichiara Piero Cavallo, presidente dell’istituzione Poseidonia.

E continua: «La costituzione di 6 short list, di esperti in vari settori, aperta a chiunque voglia ed abbia i requisiti per candidarsi, è il primo passo».

Per informazioni: c.vertullo@comune.capaccio.sa.it

©   

 

Pubblicato il Lascia un commento

Casal Velino: che cosa sarà davvero il centro per immigrati

Il comitato di valutazione del programma operativo nazionale “Sicurezza per lo Sviluppo” Obiettivo convergenza 2007-2013, cofinanziato dall’Unione europea e gestito dal Ministero dell’Interno, ha approvato 26 progetti, per un totale di risorse ammesse a finanziamento superiore ai 29 milioni di euro.

Nell’ambito di tale obiettivo operativo ha ricevuto il via libera la proposta per la realizzazione di un centro polifunzionale destinato all’inserimento sociale e lavorativo degli immigrati extracomunitari regolari residenti a Casal Velino, per un finanziamento di € 500.000,00.

«L’intento del comune – spiega l’assessore Antonio Caputo – è quello di realizzare un centro per l’aggregazione sociale e la formazione degli extracomunitari residenti a Casal Velino, con l’auspicio di offrire a questi cittadini, che già soffrono il disagio di vivere lontani dal loro paese, un’opportunità di scambio e di integrazione sociale».

«Ma – continua Caputo – voglio precisare che non si tratterà di un centro accoglienza per sfollati o profughi, quanto piuttosto di una sala convegni, che sorgerà all’interno del centro sportivo polivalente sito in località Ardisani, per gli extracomunitari regolarmente residenti nel comune».

«La struttura – conclude l’assessore – servirà soprattutto come sede di corsi di formazione, in particolare corsi di italiano per stranieri, e permetterà l’inserimento lavorativo, oltre che sociale, degli extracomunitari».

©   

 

Pubblicato il Lascia un commento

Casal Velino: corso di braille di II° livello all’Unione Ciechi

Ripartono i corsi di braille presso l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Casal Velino, rappresentanza di zona della sezione provinciale di Salerno e sede operativa ed amministrativa del centro regionale trascrizione braille UICI per la Campania.

Dopo il corso di I livello di scrittura e lettura del sistema braille, giunto ormai alla sua sesta edizione e conclusosi la scorsa estate, il 13 ottobre presso la rappresentanza di Marina di Casal Velino è iniziato il corso di II° livello, dedicato in particolare all’utilizzo del cubo matematico e delle tecnologie informatiche per i ciechi e gli ipovedenti.

Il corso è rivolto, in particolare, ad insegnanti di sostegno e operatori sociali, ma anche a semplici interessati, e si tiene ogni sabato, dalle 16.00 alle 18.00, nei locali al piano terra della scuola elementare della frazione di Marina.

“I corsi di braille organizzati dalla rappresentanza di Casal Velino – spiega il professore Pasquale Mondelli, rappresentante di zona dell’Unione Ciechi e direttore della sede di Casal Velino – vedono la partecipazione di molte persone provenienti non solo dai comuni del circondario, ma anche da zone più lontane, come Castel San Lorenzo, Battipaglia, San Cipriano Picentino, Sapri, Rofrano”.

E continua: “La sede dell’Unione Ciechi di Casal Velino, come tutte le altre rappresentanze del territorio, nate in rapporto alla vastità della provincia di Salerno, ha la stessa funzione e gli stessi scopi della sede provinciale e risponde all’esigenza specifica di portare l’Unione Ciechi ai ciechi, cioè essere sempre più vicina alle persone non-vedenti e ipovedenti attraverso la formazione e l’assistenza di quest’ultime, in particolare dei bambini”.

Per informazioni: 328-7728083 (prof. Pasquale Mondelli)

©   

     

 

Pubblicato il Lascia un commento

Castellabate: il sindaco Spinelli rinuncia all’indennità di carica

Il sindaco di Castellabate Costabile Spinelli ha rinunciato all’indennità di carica, pari ad € 8.366,58, ossia la somma spettante per il suo incarico per i mesi di giugno-dicembre 2012. La giunta ha deliberato che i fondi destinati all’indennità del sindaco verranno utilizzati per l’acquisto di arredi per le scuole materne, elementari e medie del comune. «Con l’inizio dell’anno scolastico emerge la necessità di rinnovare gli arredi e potenziare le attrezzature delle scuole» afferma il primo cittadino. E continua: «Si tratta di una priorità assoluta, considerando che i nostri ragazzi trascorrono gran parte della loro giornata a scuola ed hanno bisogno di ambienti confortevoli e sicuri. Per cui, assieme alla giunta, ho ritenuto che la destinazione migliore per i soldi recuperati rinunciando all’indennità fossero le scuole». Il sindaco e la giunta, a partire dalla data di adozione del decreto di nomina degli assessori (21 maggio 2011), avevano già rinunciato alla metà dell’indennità di funzione prevista per legge. «Nel 2011 avevamo deciso di rinunciare a metà dell’indennità di carica, a conferma dell’attaccamento per il nostro Comune» spiega Spinelli. E riassume così il senso della sua scelta: «Una decisione che ha anticipato di oltre un anno i tagli attualmente in atto sui costi della politica e che oggi, alla luce delle notizie riportati quotidianamente dai media, assume un forte valore simbolico».

Il recente provvedimento si aggiunge a quello dello scorso anno, per un risparmio complessivo di spesa nel 2012 pari ad € 56.055,90.

©

Pubblicato il Lascia un commento

Casal Velino: “Puliamo il Mondo 2012”

Anche quest’anno il comune di Casal Velino ha aderito alla campagna “Puliamo il Mondo 2012”, promossa a livello nazionale da Legambiente.

Guidati dagli insegnanti, dall’assessore all’Ecologia Antonio Caputo, dal presidente e dallo staff della Pro Loco, con il supporto dei volontari del Servizio Civile Nazionale, i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Casal Velino, muniti di kit (cappellini, guanti, sacchi e pettorine) forniti da Legambiente e dal Parco nazionale del Cilento e Vallo e di Diano, si sono impegnati nella pulizia di diverse zone del comune.

In particolare, sono stati oggetto di intervento la spiaggia di Marina di Casal Velino, le zone verdi ricreative lungo il canale Truvolo e le aree antistanti la cappella di San Matteo.

“I ragazzi hanno partecipato con entusiasmo all’iniziativa, comprendendo l’importanza di evitare che il nostro patrimonio ambientale venga deturpato dai rifiuti di persone incivili e disinteressate al bene comune”: dichiara l’assessore Caputo. 

E continua: “L’evento è stato immortalato da fotografie e video e al termine l’amministrazione comunale ha voluto premiare i giovani volenterosi offrendo loro un gustoso gelato”.

©   

Pubblicato il Lascia un commento

Il Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano “campione di turismo”

Il Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano trionfa come “campione di turismo” al convegno “La ricchezza dei Parchi – Beni comuni e green economy” organizzato a Pescasseroli il 5 ottobre da fondazione Symbo­la, Regione Abruzzo, Unioncamere, Federparchi e Camera di Commercio dell’Aquila.

Dai dati emersi nel corso della giornata, organizzata in occasione dei 90 anni dall’istituzione del Parco Nazionale d’Abruzzo, emerge infatti come il parco del Cilento sia leader nel sistema delle aree naturali protette in termini di capacità attrattiva turistica, con una densità di presenze di 4,2 milioni contro i  4,1 milioni dei parchi del Gargano e dello Stelvio, seguiti dal parco dell’Arcipelago Toscano (3,1 milioni) e dal parco delle Cinque Terre (0,7 milioni).

Domenico Mauriello, responsabile del centro studio Unioncamere, afferma che i numeri dimostrano che “il nostro sistema nazionale delle aree protette non è solo un inestimabile patrimonio naturale e territoriale, ma anche un fattore importante di promozione dello sviluppo locale”.

Le aree naturali, infatti, dimostrano una maggiore capacità attrattiva turistica, con una densità di presenze di 7,4 contro le 6,2 del totale nazionale: nei parchi nazionali italiani si genera il 3,2% della ricchezza prodotta nell’intero Paese, alla quale contribuisce l’agricoltura, che fa delle aree protette la propria terra d’elezione generandovi il 6,5% del valore aggiunto nazionale del settore, e il turismo, che nei territori verdi produce il 5,9% dell’intero valore aggiunto del settore.

©   

 

Pubblicato il Lascia un commento

Vallo della Lucania: VIII edizione del Salone Industria Casearia

L’8 ottobre, alle 11.00, presso la sala giunta di Confindustria Salerno in via Madonna di Fatima, si terrà una conferenza stampa sulla VIII edizione del Salone Industria Casearia – biennale delle tecnologie lattiero-casearie, in programma dal 12 al 14 ottobre presso le Fiere di Vallo, a Vallo della Lucania.

Il Salone Industria Casearia, biennale organizzata dalle Fiere di Vallo, in collaborazione con vari enti locali e di settore, rappresenta una tappa obbligata per l’aggiornamento professionale e l’innovazione aziendale di quanti operano nel settore della produzione lattiera casearia, nell’ambito delle tante aziende attive nel Mezzogiorno dedite alla lavorazione del latte di bufala, del latte vaccino e caprino.

Anche quest’anno la manifestazione, trainante nel panorama nazionale della trasformazione del latte, vedrà la partecipazione di moltissime aziende produttrici di tecnologie ed attrezzature per la trasformazione dei prodotti caseari.

Alla scorsa edizione della manifestazione, tenutasi nel 2010, hanno partecipato 200 aziende provenienti da tutta l’Italia, per un totale di circa 3.000 operatori, provenienti da 8 nazioni.

©   

 

Pubblicato il Lascia un commento

Prignano Cilento: educational per le scuole e le associazioni all’Oasi Fiume Alento

Il 7 ottobre, presso l’Oasi Fiume Alento, si terrà un educational per le scuole e le associazioni, in cui sarà presentata la realtà territoriale dell’Oasi Alento, con  le sue peculiarità naturalistiche, paesaggistiche e culturali e le attività e i servizi che essa offre.

L’educational si aprirà alle ore 10.00 con l’accoglienza e la registrazione dei partecipanti e l’open coffee.

Alle 10.30 lo staff della cooperativa Cilento Servizi presenterà i servizi e le attività che si svolgono in oasi, soffermandosi in particolare sui nuovi percorsi didattici “Acqua” e “Energia”, “itinerari diversi, che sottolineano l’importanza delle energie rinnovabili e prevedono, come novità di quest’anno, la visita al potabilizzatore, oltre che alla diga e alle centrali idroelettriche”.

Dopo il buffet presso il punto ristoro “Sosta mediterranea”, a partire dalle 14.30 e fino alle 17.30, si svolgeranno la visita guidata alla diga e ai sistemi di monitoraggio e i laboratori didattici di botanica “Riconoscimento e classificazione delle piante” e di microscopia “La cellula”, “I macroinvertebrati”, “Il Plancton” e “Gli insetti sociali”.

“In collaborazione con la società consortile Pluriacque e il Centro Iside, quest’anno organizzeremo dei laboratori di taglio più tecnico sui sistemi di controllo e monitoraggio della diga, dall’elaborazione dei dati alla stampa dei bollettini, cercando quindi di offrire alle scuole un prodotto didattico valido e stimolante”: dichiarano dall’Oasi.

E continuano: “L’importanza data alle energie rinnovabili e la maggiore tecnicità dei laboratori non saranno le sole novità previste per quest’anno: dopo l’8 dicembre, infatti, si terrà uno speciale Oasi Alento Natale, una settimana di spettacoli teatrali sulla storia e le tradizioni locali che coinvolgerà grandi e piccini nella scoperta del nostro territorio”.

La prenotazione all’educational è obbligatoria.

Per informazioni: 0974/837003 – 347/1531360 – info@oasialento.itwww.oasialento.it

©   

 

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

“Comuni Ricicloni 2012” premia Casal Velino

Il comune di Casal Velino è tra i comuni virtuosi italiani nell’ambito delle buone pratiche di raccolta differenziata e di riciclo dei rifiuti domestici.

Il 10 luglio, infatti, il comune ha ricevuto a Roma il premio di “Comune Riciclone”, nell’ambito della XIX edizione del concorso “Comuni Ricicloni 2012” di Legambiente, relativo alla raccolta differenziata finalizzata al recupero dei rifiuti raccolti nel corso del 2011.

In questa edizione la soglia minima per accedere alle graduatorie dei “Comuni Ricicloni” d’Italia è il 65% di raccolta differenziata, ma la classifica finale è determinata dall’indice di buona gestione, che rappresenta l’insieme di azioni intraprese dal comune per governare i rifiuti prodotti dai cittadini.

Per il posizionamento in classifica, quindi, è stata considerata la sostenibilità ambientale, sociale ed economica del servizio: la produzione di rifiuti pro-capite (e quindi le azioni di riduzione), la separazione di rifiuti pericolosi, i metodi di raccolta e l’efficienza del sistema.

La classifica, in base all’indice di buona gestione relativa ai comuni sotto i 10.000 abitanti – area sud, vede Casal Velino al 21° posto della classifica generale e al 1° posto tra i comuni costieri.

I dati sono consultabili, nel dossier “Comuni Ricicloni 2012”, sul sito: www.ecosportello.orgwww.legambiente.it.

©   

 

Pubblicato il Lascia un commento

Casal Velino: cessione di aree fabbricabili per attività produttive e terziarie

Bando per l’assegnazione dei lotti n. 2 e 3 del Piano degli Insediamenti Produttivi, siti nella frazione di Vallo Scalo, in località Mortella.

L’amministrazione comunale di Casal Velino intende cedere in proprietà i lotti n. 2 e 3 inseriti nel Piano degli Insediamenti Produttivi (P.I.P.), siti nella frazione di Vallo Scalo, in località Mortella.

Nell’ambito del P.I.P., infatti, il comune ha acquisito la disponibilità di aree in fase di urbanizzazione, da destinare alle attività produttive e terziarie.

La superficie del lotto n. 2 è pari a 3.700 mq, quella del n.3 è di 3.600 mq.

Il prezzo di cessione dei lotti è pari a € 51,64 mq, comprensivi degli oneri di urbanizzazione.

Dopo la cessione di questi primi lotti si procederà, previo scorrimento della graduatoria, all’acquisizione e cessione di ulteriori lotti sulla residua superficie fondiaria di mq 90.314, per complessivi 28 lotti.

I lotti possono essere divisibili o accorpabili.

Per ulteriori dettagli visitare il link sulla home page destinato a bandi e concorsi.

©   

Pubblicato il Lascia un commento

Ascea: l’ex ministro Carmelo Conte sceglie il Cilento

L’ex ministro socialista Carmelo Conte, nuovo presidente della Fondazione Alario per Elea-Velia, nominato ufficialmente al termine del consiglio di amministrazione tenutosi presso la sede dell’ente lo scorso 24 settembre, racconta al Giornale del Cilento i suoi propositi di valorizzazione del territorio.

Conte si sofferma innanzitutto sull’incarico che gli è stato affidato: “A dire la verità, ho riflettuto un po’ prima di accettare l’incarico di presidente della Fondazione Alario, perché ritengo che l’impegno che mi è stato affidato sia di notevole importanza”.

E continua prospettando lo sviluppo del Cilento: “La cultura è l’unico strumento possibile per lo sviluppo di un territorio. Pertanto, se la Fondazione Alario verrà recepita per quello che è, ossia laboratorio di pensiero, si potranno realizzare grandi progetti di valorizzazione dell’area di riferimento. Nel Cilento, infatti, ci sono tutti gli ingredienti che favoriscono uno sviluppo intellettuale, culturale e produttivo: c’è la storia, l’ambiente, ci sono le persone giuste.  Bisogna solo risvegliare nei cittadini il senso di appartenenza al territorio”.

Infine, l’ex ministro sottolinea l’importanza del territorio cilentano in un’ottica regionale e nazionale: “Purtroppo Salerno e la Campania, oggi, non hanno più voce in capitolo. In questo territorio non si osa più, ci si accoda alle tendenze nazionali, anziché determinare le grandi scelte. Il mezzogiorno deve ritrovare il suo ruolo di centralità e di protagonista”.

Ed internazionale: “Il fatto che qui ci sia stata la sede della Scuola eleatica non è di pochissimo conto. La Fondazione Alario dovrà diventare un ente internazionale, perché la Scuola eleatica è patrimonio del mondo  e fino ad oggi è stata ingiustamente legata ai confini territoriali”.

©

Pubblicato il Lascia un commento

Agropoli in odore di santità: processo di canonizzazione di padre Giacomo Selvi

Il 27 settembre 1987 moriva ad Agropoli, a soli 49 anni, padre Giacomo Selvi, parroco della parrocchia di San Valeriano.

Il ricordo del frate francescano è ancora vivo nella memoria di tanti agropolesi che lo conobbero e testimoniarono avvenimenti miracolosi legati alla sua persona.

Di qui l’inizio di un processo di beatificazione del frate, oggi purtroppo interrotto.

Tra i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale delle 16.00, previsto proprio per il 27 settembre, in coincidenza con l’anniversario della scomparsa del padre francescano, su invito del sindaco Franco Alfieri la proposta di delibera ad oggetto “Voti al vescovo della diocesi di Vallo della Lucania per conclusione processo canonico di dichiarazione della eroicità delle virtù di padre Giacomo Selvi”.

“Quest’anno – spiega il sindaco Franco Alfieri – ricorre il 25esimo anniversario della morte di padre Giacomo Selvi, che svolse un’intensa e generosa opera di evangelizzazione e di educazione cristiana in favore della popolazione agropolese, rivolgendo le sue attenzioni ai ragazzi, giovani, famiglie e poveri”.

E conclude: “La memoria di un sacerdote che ha incarnato i valori del Vangelo non può andare perduta, ma deve essere tenuta viva attraverso la proposta esemplare della sua testimonianza. Per questo nel corso del consiglio comunale in programma per oggi pomeriggio, nello stesso giorno in cui si celebra l’anniversario della sua scomparsa, approveremo una delibera per chiedere al vescovo di Vallo della Lucania che si riprenda e si concluda, con sollecitudine, il processo canonico per dichiarare l’eroicità delle virtù di padre Giacomo Selvi e invitare il postulatore della causa ad adoperarsi perché vengano poste in atto tutte le opportune procedure”.

I cittadini di Agropoli sono legati da un profondo affetto al frate francescano, che visse poveramente, percorrendo a piedi, in bicicletta o con l’autostop le vie della città e dei luoghi vicini per raggiungere quanti avevano bisogno della parola di Dio.

A tal fine, per diffondere il verbo del Vangelo, si adoperò per attivare una radio locale, che animava con i suoi interventi, e diede inizio alla costruzione dell’attuale Chiesa del Sacro cuore e degli annessi locali, mentre cresceva la comunità di fede raccolta attorno a lui.

A padre Giacomo Selvi sono stati dedicati una strada, un oratorio, una scuola materna, un parcheggio, una squadra di calcetto femminile e un auditorium.

©   

 

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

Agropoli: Cinzia Tani ospite della rassegna letteraria “Settembre Culturale al Castello”

Nuovo appuntamento per la quinta edizione del “Settembre Culturale al Castello”, in corso di svolgimento presso il castello angioino-aragonese di Agropoli.

Il 13 settembre, alle ore 19.00, ospite della rassegna letteraria sarà la giornalista e scrittrice Cinzia Tani che, introdotta dalla giornalista Elena Emanuela Ferraro, presenterà il libro “Il bacio della Dionea” (Mondadori).

“Il bacio della Dionea”

I segreti delle piante carnivore. La rivoluzione, la guerra, l’amore. Tutte le passioni di una donna coraggiosa tra i due mondi.

E’ il 1 gennaio del 1900, la neve attutisce i rumori e copre di bianco le strade di Padova, illuminandola di una luce irreale. Ma l’incanto del paesaggio svanisce quando si scopre che il manto nevoso ha cancellato le tracce del piccolo Simone Costantini, scomparso quella stessa mattina.

Gli ultimi ad averlo visto sono Giada Mantovani e il suo amico Riccardo, solo che non possono farne parola con nessuno.

Giada è una tredicenne volubile e vivacissima, animata da una grande passione per le piante carnivore, che lei stessa cura in una piccola serra donatale dal padre – direttore dell’Orto Botanico cittadino.

Proprio qui è avvenuto l’incontro misterioso tra Simone, Giada e Riccardo che segnerà per sempre le loro vite, costringendoli a separarsi.

Dieci anni dopo, però, il destino farà ritrovare Giada e Riccardo, che in breve approderanno al matrimonio e alla decisione di trasferirsi in Messico.

Cinzia Tani

Giornalista e scrittrice, è inoltre autrice e conduttrice di programmi radiotelevisivi, tra cui “Sabato Giallo, “Visioni private”, “FantasticaMente”, “Il caffè” e “Assassine”.

Nel 2004 è stata nominata Cavaliere della Repubblica dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi.

Ha pubblicato fra l’altro per Mondadori:  Assassine (1998),  Coppie assassine (1999),  Nero di Londra (2001), Amori crudeli (2003), L’insonne (2005), Sole e ombra (2007, premio Selezione Campiello),  Lo stupore del  mondo (2009), Charleston (2010), Io sono un’assassina (2011).

 

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

Agropoli: concerto di musiche ebraiche “New Old Klezmer”, con Amit Arieli

Prosegue la rassegna letteraria “Settembre Culturale al Castello”, promossa dall’amministrazione comunale di Agropoli nella suggestiva location del castello angioino-aragonese.

L’11 settembre, alle ore 20.00, protagonista sarà la musica con il concerto di musiche ebraiche “New Old Klezmer”, con Amit Arieli.

“New Old Klezmer” è una fantasia musicale in tre parti che ripercorre la millenaria esperienza strumentale del klezmer.

Nella prima parte “Ancient Times – tempi antichi”, suoni tradizionali si intrecciano a suoni sperimentali dando vita ad una spettacolare immagine sonora che evoca paesaggi e atmosfere bibliche.

Nella seconda parte “Tradition”, i suoni tipici del klezmer alternano Freilach ovvero brani dal carattere brillante con veloci acrobazie e virtuosismi affidati all’abilità tecnica e talvolta all’estro improvvisato dell’esecutore con nigunim (melodie) più libere e cantabili.

“Tradition” è la parte centrale e più lunga dell’opera frutto dello studio e della profonda conoscenza del repertorio klezmer da parte di Amit Arieli.

La terza parte “New” è un’esplosione di ritmo e sperimentazioni in cui i temi klezmer vengono sottoposti ad una rielaborazione in chiave moderna.

Amit Arieli

Nato nel 1977 in Israele ha intrapreso lo studio del clarinetto dall’età di sei anni e ha conseguito il diploma presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze appena sedicenne ed un master presso la Hebrew University di Gerusalemme perfezionandosi con importanti clarinettisti quali Sabine Meyer, Richard Stolzman e Giora Feidman.

Ha partecipato a rassegne quali GAMO di Firenze e Neue Musik di Vienna, e si è esibito come solista con diverse orchestre quali l’ORF austriaca, la “Kammerorkester Halevi” e l’orchestra di Plovdiv.

Parallelamente alla musica classica ha coltivato la passione per le tradizioni musicali popolari, in particolare per quella ebraica diffondendone la cultura e la musica attraverso il “Progetto Lokshen”, fondato nel 1997 con l’attore-cantante Enrico Fink.

Collabora stabilmente con la nota cantante Antonella Ruggiero in un programma dedicato alla musica ebraica.

 

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

Agropoli: nasce la palestra per la danza sportiva

Partiranno a breve gli interventi di completamento della palestra di località Moio, ad Agropoli. Nei giorni scorsi, infatti, è stata aggiudicata la gara di appalto dei lavori di ultimazione dell’impianto sportivo che sarà a servizio della località periferica agropolese e che sarà destinato, in particolar modo, alla pratica della danza sportiva, disciplina molto diffusa e praticata nella cittadina cilentana.

“Agropoli si sta caratterizzando sempre più come città dello sport – afferma il sindaco Franco Alfieri – sia per il grande dinamismo delle associazioni sportive nelle varie discipline, dal calcio, all’atletica, dal basket, alla danza sportiva, tennis, arti marziali e sport legati al mare, che coinvolgono migliaia di ragazzi con ottimi risultati, sia per la qualità delle strutture messe a disposizione”.

“ Basta pensare – continua il primo cittadino – al PalAgropoli Di Concilio, ai due campi di calcio dello stadio Guariglia, al campo Polito. Con la palestra di località Moio procediamo su due importanti versanti, ossia alla riqualificazione della zona interessata e a garantire un ulteriore spazio moderno ed attrezzato per la pratica sportiva dei nostri giovani”.

Limitrofo alla palestra per la danza sportiva sorgerà anche il campo sportivo polivalente coperto che sarà intitolato a Peppino Impastato, giovane giornalista siciliano trucidato a Cinisi dalla mafia.

Il progetto per 492 mila euro è stato finanziato attraverso il PON Sicurezza 2007-2013 nell’ambito dei finanziamenti concessi dal Ministero degli Interni per le regioni obiettivo Convergenza.

Il campo polivalente, che sarà inserito nel circuito delle strutture riconosciute dal CONI, è stato concepito per creare un luogo nell’ambito del quale promuovere, tra i giovani del territorio, il rispetto delle regole, l’osservanza della disciplina nella vita e nello sport e l’adozione di comportamenti improntati alla legalità.

Nei prossimi giorni sarà indetto dal comune di Agropoli il bando di gara per l’assegnazione dei lavori.

Pubblicato il Lascia un commento

Capaccio Paestum: estate sicura in mare

Quella del 2012 potrà essere ricordata come un’ottima estate dal punto di vista della sicurezza in mare, non solo perché lungo i dodici chilometri che bagnano la costa non è avvenuto nessun annegamento, ma anche perché rispetto agli anni scorsi si è registrato un calo degli interventi da parte degli addetti al salvataggio.

Eppure, secondo il rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità “Annegamenti in Italia: epidemiologia e strategie di prevenzione” a cura di Enzo Funari e Marco Giustini, Capaccio è la località del Sud Italia dov’è più alto il rischio di annegamenti, al quarto posto in Italia dopo tre località venete (nell’ordine Cavallino-Treporti, Caorle e Iesolo).

Lo studio, che si basa su una serie di criteri che hanno come riferimento gli anni tra il 2000 e il 2007 (consultabile sul sito internet dell’Istituto Superiore di Sanità), in realtà ha confermato quanto già era noto, ovvero che quando il mare a Capaccio Paestum è anche solo lievemente agitato le correnti marine possono essere molto pericolose.

Quella che si avvia al termine è stata dunque un’estate sicura grazie a più fattori: la costante vigilanza della guardia costiera di Agropoli, la collaborazione degli operatori del settore balneare e la lungimiranza del comune che ha previsto addetti al salvataggio sulle spiagge comunali e vigilanza in mare con acqua scooter.

“Ciò non deve spingere a cullarsi sugli allori – osserva il comandante della guardia costiera di Agropoli Vincenzo Zagarola – perché l’incidente in mare è sempre dietro l’angolo e a Capaccio ci sono delle zone in cui bisogna migliorare ancora”.

“Tuttavia – continua Zagarola – è chiaro che più numerosi sono gli addetti e le attrezzature per il salvataggio, maggiore è la sicurezza”.

“Abbiamo prestato particolare attenzione alla sicurezza, sia attraverso l’ordinanza balneare n. 177 emanata all’inizio dell’estate, sia provvedendo a dotare diverse spiagge comunali di un idoneo servizio di salvataggio”: spiega il sindaco Italo Voza.

E continua: “Il 17 agosto, quando c’era la massima affluenza sulle spiagge, a bordo della motovedetta della guardia costiera ho avuto modo di perlustrare l’intera costa, un monitoraggio che è stato utile a capire dove, dalla prossima estate, dovremo intervenire per aumentare ancora di più il livello di sicurezza”.

Pubblicato il Lascia un commento

Agropoli: Irene Pivetti ed Ermanno Corsi aprono il “Settembre Culturale al Castello”

Con la presenza di Irene Pivetti ed Ermanno Corsi prende il via il 7 settembre la quinta edizione del “Settembre Culturale al Castello”, rassegna letteraria promossa dall’amministrazione comunale di Agropoli che andrà in scena con tanti appuntamenti nel corso del mese ed avrà come suggestiva location il castello angioino-aragonese.

Alle ore 19.00, in programma “Agropoli incontra Irene Pivetti”, una conversazione a tutto tondo sull’attività politica del presidente emerito della Camera dei Deputati Irene Pivetti, sui temi che le sono stati più cari nel corso degli anni, fino ad oggi.

A seguire, il giornalista Ermanno Corsi presenterà il libro “Sindaco in fuga” (Edizioni Cento Autori), ambientato in una Napoli surreale e popolata da strane figure, dove una popolazione inferocita dai continui scandali e dalle reiterate ruberie costringe la giunta comunale ed il sindaco alle dimissioni. Cacciati via gli amministratori corrotti, si pone il problema di chi eleggere come nuovo primo cittadino. Il protagonista del racconto, attraverso una serie di rocambolesche avventure, si trova ad essere il “prescelto”, ma capirà molto presto che provare a governare Napoli onestamente non è difficile, bensì inutile.

Irene Pivetti

E’ stata dal 1994 al 1996 presidente della Camera dei Deputati e membro del Parlamento dal 1992 al 2001.

Socio onorario della Croce Rossa Italiana, dal 1999 ad oggi è consulente in strategie di sviluppo, successivamente anche relazioni istituzionali, per società italiane e multinazionali.

Giornalista professionista e conduttrice televisiva, nell’aprile 2004 riceve l’Oscar della televisione come personaggio rivelazione dell’anno.

Dal 2001 al 2005 è docente di Istituzioni Europee presso la Link Campus University of Rome e tiene corsi di strategia parlamentare, marketing politico, lobbying e comunicazione per diversi istituti di formazione ed università.

E’ presidente dell’associazione italiana IPTV.

Dal 2008 è fondatore e presidente di Learn To Be Free onlus, associazione di promozione sociale che promuove il lavoro come importante mezzo di inclusione sociale, aiuta le nuove imprese a crescere e sostiene quelle già esistenti. LTBF è editore del network televisivo on line Web To Be Free, il cui focus è su economia, impresa, innovazione.

Nel 2011, dopo anni di attenzione ed esperienza nel mondo delle imprese, fonda Only Italia, progetto dedicato all’internazionalizzazione delle imprese italiane in Cina. Only Italia è una realtà diffusa su tutto il territorio italiano e promuove la sua rete di imprese anche grazie ad un innovativo format televisivo interamente dedicato al Made in Italy, in onda settimanalmente sul canale cinese ICS International Channel Shangai.

Ermanno Corsi

E’ articolista, corrispondente e opinionista di quotidiani (“Il Tempo”, “Il Mattino”, “Il Giorno”, “La Repubblica”, “Il Roma”, “Il Denaro”) e di periodici nazionali e regionali.

Ha condotto il Tg3 RAI della Campania come capo redattore.

È stato presidente dell’Associazione Napoletana della Stampa e, per diciotto anni, dell’ordine dei Giornalisti della Campania.

Autore di libri di cultura meridionalista, ha ottenuto numerosi premi di giornalismo e di saggistica storica.

Prossimi appuntamenti

8 settembre, ore 19.00: “Marguerite Yourcenar: ritorno al Castello” – Serata in onore della grande scrittrice, accademica di Francia

Intervengono: Gabriella Almanza, Università di Macerata – “Marguerite Yourcenar e il viaggio”; Paola Ricciulli, Università di Roma “La Sapienza” – “Modernità di Marguerite Yourcenar”; Luigi Vallebona, dottore di ricerca, già Lettore Ministero Affari Esteri – “Viaggio ed ispirazione: Agropoli, Paestum e il Mediterraneo”

9 settembre, ore 19.00: Spyros – Cuoco per emozione. Una cucina fatta con amore

Spyros Theodoridis presenta la pubblicazione “Spyros – Cuoco per emozione” (Rizzoli Editore). Interviene Antonella Petitti, giornalista enogastronomica e direttore di rosmarinonews.it

 

 

 

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

Ascea: mostra personale di Riccardo Dalisi

Dall’8 al 23 settembre, presso la Fondazione Alario per Elea-Velia di Ascea, si terrà la mostra personale di Riccardo Dalisi, scultore, pittore, architetto e designer conosciuto in Italia e all’estero.

L’incontro con l’arte del maestro Dalisi, che lega la sua espressione ad una ricerca evolutiva di “forme della memoria”, concetto su cui investe, altresì, un notevole impegno sociale, rientra nell’ambito delle manifestazioni culturali a supporto del programma di sviluppo locale svolto dalla Fondazione Alario.

A chiusura della mostra, in programma per il 23 settembre, alle ore 17.00, un de-vernissage con l’artista presso l’auditorium “Parmenide” della Fondazione Alario.

“Tutte le mie sculture vengono dalla caffettiera napoletana, che in realtà è un cilindro con le braccia e qualcosa d’altro. E’ la più antropomorfa di tutte le caffettiere. Per questo e per il suo capovolgersi come in un gesto acrobatico, come un clown che voglia fare effetto, l’ho subito pensata animata”: dichiara Dalisi.

E continua: “Da ciò derivano le centinaia di versioni come in un teatrino e, sempre da questo, deriva la mia scultura vera e propria. E le tracce evidenti del cilindro, che via via diventa tutto, si leggono nel Polifemo, nei bimbi che giocano facendo le capriole e in tutte le altre mie sculture. A volte sono colorate, a volte sono invece in un serio aspetto metallico fiammato. Questo ed altro ancora è derivato da un unico fulcro, da un unico gioco, la caffettiera napoletana”.

Chi è Riccardo Dalisi?

Artista e designer di rilievo internazionale, nasce a Potenza il 1° maggio del 1931.

Ricopre la cattedra di Progettazione presso la facoltà di Architettura di Napoli. Presso la stessa facoltà è stato direttore della Scuola di Specializzazione in Disegno Industriale.

Negli anni settanta, assieme a Ettore Sottsass, Alessandro Mendini, Andrea Branzi e altri, è stato tra i fondatori della Global Tools, contro-scuola di architettura e design che riuniva tutti i gruppi e le persone che in Italia ricoprivano l’area più avanzata della cosiddetta “architettura radicale”.

Nel 1981 ha vinto il premio Compasso d’Oro per la ricerca sulla caffettiera napoletana.

Da sempre impegnato nel sociale (resta fondamentale l’esperienza del lavoro di quartiere con i bambini del Rione traiano, con gli anziani della Casa del Popolo di Ponticelli e negli ultimi anni l’impegno con i giovani del Rione Sanità di Napoli), ha fondato l’Università di strada, l’associazione Semi di Laboratorio e ha promosso il “Premio Compasso di latta”, iniziativa per una nuova ricerca nel campo del design nel segno del sostegno umano, della ecocompatibilità e della decrescita la cui prima edizione si è svolta nel 2010.

Diverse mostre dedicate alla sua attività di architetto, di designer, di scultore e di pittore sono state allestite in Italia e all’estero.

Tra queste citiamo: la Biennale di Venezia, la Triennale di Milano, la Biennale di Chicago, il Museo del Design di Denver, il Guggenheim Museum di New York, il Museo di Copenaghen, il Museo di Arte Contemporanea di Salonicco, Palazzo Reale di Napoli, la Galleria Lucio Amelio di Napoli, la Fondazione Cartier di Parigi, il Museo delle Arti Decorative di Montreal, il Tabak Museum di Vienna, il Museo Zitadelle Spandau di Berlino, Castel dell’Ovo a Napoli. 

©   

Pubblicato il Lascia un commento

Agropoli: settembre culturale al castello

Il 7 settembre alle 19.00, nel suggestivo scenario del castello angioino aragonese di Agropoli, avrà inizio un’articolata rassegna culturale, con Irene Pivetti presentata dal giornalista Ermanno Corsi.

Un mese di incontri con autori, laboratori di scrittura, spettacoli etnici, premi letterari, all’insegna dell’amore per l’arte dello scrivere e per la parola.

La kermesse quest’anno è dedicata alla scrittrice accademica francese Marguerite Yourcenar, che ambientò al castello di Agropoli il racconto “Anna, soror…”, inserito nella breve raccolta “Come l’acqua che scorre”.

L’8 settembre, infatti, sarà organizzata una serata in onore della scrittrice, con la lettura di passi scelti tratti dal libro “Memorie di Adriano”, suo capolavoro.

Ospiti della rassegna di quest’anno, inoltre, saranno autori esordienti, ma anche personaggi di prestigio come Pino Aprile, Cinzia Tani, Michele Cucuzza, Sergio Assisi, la criminologa Roberta Bruzzone, e il vice direttore del Corriere della Sera Magdi Cristiano Allam.

Ampio spazio sarà, poi, dedicato a mostre, workshop e laboratori che si terranno anche in altre suggestive location della città, quali il Palazzo Civico delle Arti.

Un mese ricco di appuntamenti, quindi, che sarà possibile seguire anche sul sito www.agropolicultura.it, per lasciarsi stimolare dalle riflessioni di personalità di altissimo livello culturale ed intellettuale.

Il palinsesto 2012 prevede la seguente rassegna:

7 settembre – Irene Pivetti

8 settembre – Serata in onore di Marguerite Yourcenar

9 settembre – Spyros Theodoridis “Cuoco per emozione”

10 settembre – Antonio Saccone “Ungaretti”

11 settembre – Concerto di musiche ebraiche di Amit Arieli in “New Old Klezmer”

13 settembre – Cinzia Tani “Il bacio della dionea”

14 settembre – Roberta Bruzzone “Chi è l’assassino”

15 settembre – Luciano Garofano “Uomini che uccidono le donne”

16 settembre “Bravo è Bello”

18 settembre – Lucia Stefanelli “L’occhio strabico”

19 settembre – Michele Cucuzza “Il male curabile”

21 settembre – Pino Aprile “Giù al sud”

22 settembre – Donatella Bianchi “Le 100 perle del mare italiano”

26 settembre – Sergio Assisi “Strapazza Napoli”

28 settembre – Gianluca Barneschi “Balvano 1944”

29 settembre – Magdi Cristiano Allam “Io amo l’Italia”

Pubblicato il Lascia un commento

Castellabate: l’autore della colonna sonora di “Benvenuti al Sud” in visita nel Cilento

Il 30 agosto, presso il municipio di Castellabate, Umberto Scipione, autore della colonna sonora dei film “Benvenuti al Sud” e del sequel “Benvenuti al Nord”, ha incontrato il sindaco Costabile Spinelli e il vicesindaco Luisa Maiuri.

Scipione, in vacanza nel Cilento con la sua famiglia, è voluto tornare a Castellabate, dove era già stato in occasione delle riprese del film Benvenuti al Sud, per rivedere i posti conosciuti in quell’occasione.

“La colonna sonora di Benvenuti al Sud è diventata un po’ anche la colonna sonora di Castellabate – afferma il sindaco Costabile Spinelli – per cui è stato davvero un piacere incontrare l’autore, che ci ha detto di aver conservato uno splendido ricordo di Castellabate e di essere intenzionato a tornare ancora in futuro”.

Chi è Umberto Scipione?

Compositore, direttore d’orchestra, arrangiatore e produttore discografico.  

E’ docente presso il conservatorio di musica “S. Cecilia” di Roma.

E’ autore di colonne sonore per film, cortometraggi, sceneggiati radiofonici, pubblicità.

Nomination al David di Donatello 2012 per la miglior colonna sonora e per la migliore canzone originale scritte per il  film campione d’incassi 2012 “Benvenuti al Nord” e nomination al David di Donatello 2011 per la colonna sonora del film campione di incassi 2010 “Benvenuti al Sud”.

Attualmente sta realizzando la colonna sonora per il film “Il Principe Abusivo” di Alessandro Siani prodotto da Cattleya.

Per la RAI ha realizzato le colonne sonore di circa duecento tra sceneggiati, documentari e sigle per trasmissioni televisive.

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

Agropoli: “Il Cilento delle sette vite”

“Il Cilento delle sette vite” è il titolo del libro, pubblicato dalla casa editrice “Edizioni Palazzo Vargas”, che è stato presentato il 29 agosto, alle ore 21.00, ad Agropoli, su una splendida  “terrazza” di palazzo Pepe che abbraccia l’intera visuale del porto.

Gli interventi di Vincenzo Pepe, presidente della Fondazione Giambattista Vico di Vatolla, del consigliere di stato Paolo Cirillo, del magistrato Nicola Graziano e dei due autori, l’avvocato penalista Marco Fimiani e il giornalista Raffaele Alliegro, hanno permesso di ricostruire, attraverso le storie raccontate nel libro, più di un secolo di storia cilentana.

Nel volume si raccontano, infatti, sette storie realmente avvenute nel Cilento, a Castellabate, Vibonati, Marina di Camerota, Padula, Palinuro, Piaggine e Torre Orsaia, tra la fine del Settecento e la prima metà del Novecento.

Gli innamorati che la legge di Murat non riuscì a separare, la giovane che perse la vita nella sua personale rivoluzione ribellandosi durante i moti cilentani al marito scelto dai genitori, il testimone scomodo che emigrò in Venezuela, la signorina di buona famiglia esclusa dall’eredità, il marinaio accusato ingiustamente, l’avvocato brigante che si oppose ai Savoia, il commerciante galantuomo che fece causa al suo grossista ai tempi della grande depressione: sette vite raccolte in altrettanti atti giudiziari di processi civili o penali che gli autori hanno riportato alla luce dopo un lungo lavoro di ricerca tra i documenti conservati nell’Archivio di Stato di Salerno.

“Sistemate in ordine cronologico – affermano Fimiani e Alliegro – le sette vite offrono uno spaccato della vita cilentana dalla rivoluzione francese al crollo di Wall Street e alla crisi del 1929, dai moti risorgimentali al ventennio fascista, agli albori della resistenza. Amori, litigi, battaglie, matrimoni, vita quotidiana, commerci, lavoro nei campi e insurrezioni: la storia di un popolo felice e orgoglioso che non ha mai piegato la testa né ha mai rinunciato alla propria dignità”. 

Per informazioni:

www.fondazionegbvico.orgfondazionegbvico@libero.it