‘Qui si mangia cilentano’: nasce il marchio per i ristoranti che promuovono la gastronomia locale

Infante viaggi

L’idea nasce dal piacere di saper raccontare il Cilento tramite i piatti e i prodotti di qualità che offre questa terra. Il Comune di Camerota ha incontrato ‘Slow Food’ e l’associazione ‘Dieta cilentana gruppo di acquisto solidale’ per dar vita a un protocollo d’intesa e far nascere il marchio ‘Qui si mangia cilentano’. Ormai è smisurato l’interesse legato al cibo come portatore di piacere, cultura, tradizioni, identità. Saper raccontare il proprio territorio tramite un bel piatto tipico e un bicchiere di vino cilentano è un attrattore sicuramente valido per un territorio a vocazione turistica come questo. Inoltre, non bisogna dimenticare, che il Cilento è la culla della dieta Mediterranea proprio perchè si basa sul rispetto del territorio e della biodiversità.

La proposta è stata avanzata da ‘Slow food’, condotta Camerota, e dal Gruppo di acquisto solidale, ma il sindaco Romano ha colto al volo l’iniziativa sottoscrivendo in poco tempo il protocollo, dove si legge che «i ristoratori che aderiscono all’iniziativa dovranno dedicare una sezione del menù del proprio locale alla cucina tipica cilentana in modo da poter offrire ai turisti una adeguata scelta di piatti tipici e prodotti di qualità del territorio». Inoltre «i ristoranti, gli alberghi e qualsiasi locale aderirà all’iniziativa, dovrà affiggere nella propria bacheca un adesivo di riconoscimento sul quale ci sarà scritto “Qui si mangia cilentano”». Il marchio sarà presentato alla conferenza stampa e l’elenco dei ristoratori aderenti sarà pubblicato attraverso i siti istituzionali e presso le fiere del settore turistico.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro