Caso Mingardina, Pierro incontra i sindaci del basso Cilento: «Troviamo una soluzione» (FOTO)

Infante viaggi

Lunedì pomeriggio alla Pro loco di Camerota l’opposizione e il sindaco di Centola hanno organizzato un incontro per parlare della Mingardina. L’arteria sta mettendo a dura prova l’estate di Centola e Camerota. Le strutture turistiche e ricettive di Palinuro e Marina, due delle località balneari più rinomate del sud Italia, stanno avendo disdette e problemi nel spiegare ai turisti le code chilometriche che si formano ai semafori lungo la strada Mingardina. Un problema che domenica ha portato l’opposizione di Camerota ad organizzare una protesta proprio nel tratto di maggiore criticità dell’arteria. In quell’occasione il sindaco di Centola, Carmelo Stanziola, ha pensato di organizzare una tavola rotonda per trovare una soluzione rapida e definitiva o che, almeno, faccia trascorrere nel migliore dei modi la stagione turistica ad entrambi le località.

Al tavolo si sono seduti Pierpaolo Guzzo e Mario Scarpitta, consiglieri di opposizione, il sindaco di Camerota Antonio Romano, l’assessore ai Lavori pubblici della Provincia di Salerno Attilio Pierro, il sindaco di Centola Carmelo Stanziola, e il vicesindaco del comune di Celle di Bulgheria. Pierpaolo Guzzo ha aperto l’incontro specificando che bisogna mettere da parte i colori politici e agire tutti insieme per il bene comune del paese. Poi ha continuato: «Questa situazione ha messo nel ridicolo due comuni tra i più importanti del Cilento – e conclude – qui ci sono le persone giuste che posso assumersi le dovute responsabilità».

Dopo l’intervento di Guzzo, Pierro afferma: «La cosa risale a circa un anno fa – dichiara l’assessore provinciale – dopo la frana abbiamo più volte cercato di risistemare la situazione. E’ stato fatto un primo step di lavori, i rocciatori non diedero a noi il permesso di riaprire la strada a due corsie perchè la situazione era ancora pericolosa. Stiamo parlando di ottobre, novembre. Poi, ultimamente, il sindaco Romano mi ha chiesto di affidare la strada al Comune di Camerota, con un accordo: io facevo arrivare i rocciatori e lui liberava e asfaltava il manto. Ho deliberato la proposta, ma ora il sindaco dice che ha bisogno di fondi per aprire la Mingardina».

  • assicurazioni assitur

Romano risponde a Pierro: «Io ho detto che mi prendevo la responsabilità di riaprire la strada a determinate condizioni che la Provincia non ha mantenuto. Ribadisco in questa sede che se la Provincia garantisce l’intervento dei rocciatori io mi assumo la piena responsabilità di riaprire la Mingardina a due corsie perchè questa è una situazione vergognosa». Il sindaco di Camerota ha quindi ripreso il concetto di responsabilità e da quel punto di vista il primo cittadino di Centola si è complimentato con Romano: «Io lo dico davanti ai tuoi concittadini – ha affermato Stanziola – al posto tuo io non mi sarei mai preso una responsabilità così grande per una cosa che toccherebbe ad un altro ente ed in questo caso alla Provincia. Per questo ti devo fare i miei complimenti e te ne devo dare atto del tuo coraggio».

Alla fine dell’incontro i politici si sono dati appuntamento per mercoledì mattina a Salerno, a palazzo Sant’Agostino per ridiscutere del problema e cercare di trovare una soluzione definitiva.

©Riproduzione riservata

  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro