Camerota con Legambiente: obiettivo rimozione amianto (FOTO)

Infante viaggi

L’amministrazione comunale di Camerota, e in particolar modo il consigliere con delega all’Ambiente Ciro Troccoli, ha firmato domenica pomeriggio il protocollo d’intesa con il circolo ‘Cilento verde’ di Legambiente per la rimozione dell’amianto dal territorio. Considerando il rischio per la salute pubblica derivante dalla presenza di amianto nei luoghi di vita e di lavoro, i due enti hanno dato il via alla campagna di sostegno per rimuovere l’amianto. Questo materiale viene comunemente chiamato eternit. La sua resistenza al calore e la sua struttura fibrosa lo rendono adatto come materiale per indumenti e tessuti da arredamento a prova di fuoco, ma la sua ormai accertata nocività per la salute ha portato a vietarne l’uso in molti Paesi. Dal 1994 in Italia è vietata l’estrazione di amianto e la produzione. Nel caso in cui i manufatti che contengono amianto non sono rischiosi, non è obbligatorio rimuovere l’eternit. Se invece i manufatti si trovano in uno stato di degrado, i proprietari dell’area devono per legge incaricare una ditta specializzata per la bonifica o per la messa in sicurezza del fabbricato.

All’incontro era presente il sindaco di Camerota Antonio Romano, il consigliere Ciro Troccoli e il presidente del circolo ‘Cilento verde’ di Legambiente, Pasquale Del Duca. Camerota è il primo comune che ha contattato Legambiente per dare il via a questo tipo di iniziativa. Nel Cilento solo Agropoli prima di Camerota ha firmato il protocollo con Legambiente, ma in quell’occasione il circolo ha avanzato la proposta al sindaco Alfieri. «La cosa importante da comprendere – ha affermato il presidente del circolo ai microfoni del giornale del Cilento – è che questa campagna contro l’eternit è per i cittadini. Fondamentalmente il cittadino che oggi vuole rimuovere una tettoia in amianto – continua Del Duca – trova di fronte a se due grandi problemi: uno amministrativo e uno economico. Noi con questa iniziativa cerchiamo di agevolare i tempi burocratici e dare un sostegno economico a chi è davvero sensibile al territorio».

  • assicurazioni assitur

Per qualsiasi tipo di informazione il Comune di Camerota ha aperto l’eco-sportello dove i cittadini si possono recare il martedì dalle 16 alle 18 e il venerdì dalle 10 alle 12. Oppure è possibile mettersi in contatto telefonico con la linea infoamianto chiamando allo 09749202317.

©Riproduzione riservata
©Foto Luigi Martino. Riproduzione vietata

  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro