Sapri, dopo 60 anni il cementificio verrà demolito

Infante viaggi

L’accordo tra la società proprietaria dell’ex cementificio di Sapri e il Comune è stato preso. La documentazione tecnica è nelle mani degli esperti. I chili di tritolo, lo smaltimento e il costo sono stati calcolati in base al protocollo d’intesa stilato in città in occasione della visita di Goletta Verde di Legambiente. L’ecomostro sarà abbattuto nel 2014. Saranno realizzate nella struttura ben 331 fori per l’allocazione delle micro cariche da venti grammi per un totale di circa 60 chilogrammi di esplosivo, quantitativo ritenuto sufficiente per il crollo programmato dello scheletro in cemento armato. Dalla demolizione saranno prodotti circa 4000 metri cubi di calcestruzzo e 1600 quintali di acciaio, che saranno momentaneamente stoccati in una area appositamente preparata, prima di essere smaltiti.

L’amministratore della società Club Tirrenico, Giovanni Sannino, nelle settimane scorse ha presentato all’amministrazione comunale guidata da Giuseppe Del Medico la documentazione necessaria per ottenere l’autorizzazione all’abbattimento della struttura. E’ arrivato l’ok della giunta, ora bisogna solo programmare la data esatta dell’intervento che non avverrà prima dell’anno prossimo.

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur