Camerota, genitori in caserma: «Sui bus per la scuola si spaccia». Minorenni fermati

Infante viaggi

Dopo una serie di appostamenti e indagini, alcuni giovani di Marina di Camerota sono stati fermati dai carabinieri della stazione locale, agli ordini del maresciallo Massimo Di Franco, martedì mattina intorno alle 7 in via Previteri mentre aspettavano l’autobus per andare a scuola. Si tratterebbe di una operazione antidroga che vedrebbe coinvolti anche diversi minori. A segnalarla ai carabinieri di Marina sono stati alcuni genitori preoccupati del fatto che sui bus diretti a scuola «si spacci». Uno dei ragazzi fermati dai carabineiri è stato trovato in possesso di un’ingente quantità di hashish mentre un secondo, perquisito a casa, è trovato in possesso di una mini piantagione di piante di marijuana tenuta nascosta nel garage della propria abitazione. I due, residenti a Marina di Camerota, sono stati segnalati alla procura per i minori di Salerno. Il secondo è stato anche denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Intanto, le indagini dei carabinieri continuano, anzi sono aumentati i controlli per cercare di arrestare il fenomeno dello spaccio e della detenzione di droga nel Cilento.

©Riproduzione riservata

  • assicurazioni assitur

Camerota, operazione antidroga: coinvolti minori

assicurazioni assitur