Treni da incubo: tra le linee ferroviarie peggiori d’Italia anche la Potenza-Salerno

Infante viaggi

Da una classifica di Legambiente è emerso che le tre “peggiori” linee ferroviarie d’Italia sono la Circumvesuviana, la Roma Nettuno e la Padova-Calalzo. Ma la lista è lunga e Legambiente ha analizzato le tratte in base alle riduzioni delle corse, alla lentezza, ai disservizi e al sovraffollamento. “Maglia nera” dunque per la Circumvesuviana, al secondo posto la Roma-Nettuno, a seguire la Padova-Belluno-Calalzo, le 13 linee ferroviarie pendolari tagliate a Torino, l’Arquata Scrivia-Genova Brignole, la linea che collega Genova con il Piemonte, la Mantova-Cremona-Milano, la Siracusa-Ragusa-Gela, la Campobasso-Isernia-Roma, la Bologna-Porretta Terme, la Potenza-Salerno.

 Le situazioni peggiori, secondo Edoardo Zanchini, vicepresidente di Legambiente, «si vivono in Campania, Veneto, Piemonte, Lazio. È vergognoso – ha aggiunto – che gli stanziamenti erogati dalle Regioni per questo servizio siano talmente risibili da non arrivare in media nemmeno allo 0,4% dei bilanci».

  • Vea ricambi Bellizzi

Ecco perché Legambiente ha chiesto di fermare i «tagli e i soliti vecchi treni» e rivolgendosi al «Governo e regioni» viene lanciato un appello per un impegno «per migliorare il trasposto pubblico su ferro»; la mobilitazione coinvolge tutte le Regioni italiane, per avere «più treni per i pendolari, nuove carrozze e servizi migliori».

  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro