Bara e scarti cimiteriali in fiamme: tre indagati, lavorano con una ditta di esumazioni

Tre persone si sono viste recapitare altrettanti avvisi di conclusione delle indagini da parte della procura della Repubblica del tribunale di Lagonegro dove viene contestato il reato di smaltimento illecito di rifiuti. I fatti risalgono alla scorsa estate quando, nel mese di luglio, il corpo Forestale di Polla si è recato al cimitero di Sant’Arsenio per un sopralluogo in seguito ad una segnalazione. Appena al di fuori del perimetro del luogo sacro, a pochi metri di distanza da un bosco di castagni, le giubbe verdi scoprirono una bara e alcuni scarti cimiteriali che andavano in fiamme. L’incendio era doloso. Dopo alcuni mesi di indagini e incroci di dati, la procura ha emesso gli avvisi di garanzia nei confronti di una ditta del Vallo di Diano che si occupa di esumazioni cimiteriali. Sotto la lente di ingrandimento del pubblico ministero sono finiti B.A. di 35 anni, R.I. di 30 anni e V.J. di 32 anni. Uno, l’ultimo, è straniero, ma tutti sono residenti nel Vallo di Diano. 

©Riproduzione riservata