Novi Velia, è sindaco e consigliere regionale: «La Ricchiuti è incompatibile». Convocato il consiglio

Si avvicina la resa dei conti per Maria Ricchiuti. In attesa del consiglio comunale monotematico sulla probabile incompatibilità della Ricchiuti, che riveste sia il ruolo di sindaco di Novi Velia che quello di consigliere regionale, spunta fuori una lettera che il segretario comunale ha protocollato in cui esprime il proprio parere in merito alla questione. Per Maria Citarella, segretario comunale di Novi Velia, il primo cittadino sarebbe «incompatibile con le due cariche da lei occupate». In una tenaglia di leggi e norme, pare essere caduto il primo cittadino di Novi. Da quanto è possibile ricavare dallo scritto del segretario Citarella due sarebbero le leggi che regolano l’incompatibilità. La legge numero 16 del 2014 che all’articolo 1 sancisce l’ineleggibilità per i sindaci dei comuni con oltre 5 mila abitanti, anche se, a questo articolo, la Ricchiuti più volte si sarebbe aggrappata. L’altra è la legge 56 del 2014, che sostituisce il decreto legge 267 del 2000 e dichiara espressamente: «Incompatibile la carica di sindaco dei comuni compresi nel territorio della regione con la carica di consigliere comunale». Come spiega anche nella lettera il segretario comunale. In ultima battuta il segretario invita a convocare urgentemente un consiglio comunale per chiarire definitivamente la questione. La presunta incompatibilità del sindaco viene condivisa anche dal consigliere di minoranza Pina Speranza. Consiglio comunale fissato per lunedì prossimo.

©Riproduzione riservata