Chiusura ospedale Agropoli, Capozzolo: «Con Alfieri non ci arrendiamo»



Infante viaggi

La dismissione dell’ospedale di Agropoli è stato bloccata dal consiglio di Stato che con decreto cautelare ha accolto il ricorso del Comune di Agropoli. «Non ci arrendiamo – dichiara Sabrina Capozzolo deputata Pd – nonostante le innumerevoli opposizioni e il mancato supporto politico, abbiamo continuato a combattere. È ormai evidente che la decisione di chiudere l’ospedale di Agropoli – continua – è soltanto frutto di scelte politiche, altrettanto vero è che sulla sua strada il governatore della Campania ha incontrato solo poche e sporadiche voci solitarie che lo sollecitavano ad un ripensamento. Con mio rammarico devo ammettere che questa vicenda – dichiara l’onorevole – ha messo in evidenza l’impotenza di un mondo politico talmente arroccato su se stesso che non è stato capace di mettere per una volta da parte le lotte interne e le diverse bandiere, per cercare di fare del bene ai cittadini agropolesi e di tutti i paesi limitrofi che per anni hanno fatto affidamento sull’ospedale. Un decreto può essere modificato laddove esiste una forte volontà politica. La stessa volontà che ha spinto solo poche settimane fa il presidente Caldoro ad assegnare alla fondazione di Brunetta ben quattro milioni di euro dei cittadini campani, nonostante le tante voci di protesta che si sono sollevate. Tuttavia – conclude – insieme al sindaco Franco Alfieri non abbiamo mai smesso di lottare per questo ospedale».

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur