Feste e concerti di paese, scoperta maxi evasione dalla guardia di finanza

Ricavi non dichiarati per un totale di circa un milione di euro sono stati scoperti dalla compagnia di Lauria (Potenza) della Guardia di Finanza che ha fatto controlli su un centinaio di concerti tenutisi nel 2012 e 2013 in occasione di sagre e feste patronali nelle zone del Lagonegrese, della Valsinni, del Pollino e del Vallo di Diano. Inoltre il titolare di un’agenzia specializzata nell’organizzazione di spettacoli è stato denunciato per aver occultato documenti e scritture contabili. Sono coinvolte anche aziende con sede a Polla e a Sala Consilina nell’operazione anti evasione messa a segno dalle Fiamme gialle. Gli accertamenti sono stati avviati nel 2014 e hanno riguardato oltre 100 concerti tenutisi nel 2012 e nel 2013. Attraverso una capillare attività di acquisizione di notizie presso la Siae, i Comuni, le associazioni “pro-loco”, i comitati delle feste, le parrocchie è emersa, nello specifico, l’operatività di due imprenditori della zona, uno titolare di una agenzia specializzata e l’altro di una discoteca che gestivano gran parte degli eventi nella zona. All’esito delle verifiche fiscali condotte nei confronti dei due imprenditori, sono stati individuati ricavi non dichiarati dall’agenzia per 750.000 euro e un’evasione di iva pari a circa 100.000 euro, mentre la discoteca avrebbe sottratto imponibili per circa 210.000 euro, evadendo iva per circa 30.000 euro.

©Riproduzione riservata