Panico in chiesa a Marina di Camerota, extracomunitario abbandona uno zaino davanti all’altare e scappa

Attimi di panico ieri sera davanti alla chiesa San Domenico di Marina di Camerota. Nel luogo sacro, mentre i fedeli pregavano, un extracomunitario, che di giorno vende oggetti sulle spiagge del litorale cilentano, si è seduto tra i banchi in prima fila. All’improvviso il ragazzo di colore ha lasciato la chiesa, abbandonando sull’altare uno zaino con all’interno un contenuto non noto ai presenti. Qualcuno ha tentato di far presentente al venditore della dimenticanza, ma lui ha velocizzato il passo e ha fatto perdere le sue tracce. Parte dei fedeli, impauriti, ha lasciato la chiesa. «Abbiamo avuto molta paura – racconta Antonio, turista di Napoli che era in chiesa insieme alla moglie – al telegiornale tutti i giorni vediamo e ascoltiamo notizie di attacchi terroristici e di altro, lo zaino era pieno di qualcosa, al suo interno poteva esserci di tutto». L’extracomunitario è tornato indietro e i fedeli gli hanno consegnato lo zaino. In chiesa turisti e residenti hanno cominciato di nuovo a pregare. Dopo meno di 10 minuti rispunta l’uomo e la storia si ripete: lascia lo zaino e va via. A questo punto una famiglia decide di allertare i carabinieri. «Abbiamo aspettato le forze dell’ordine – raccontano – ma di loro nessuna traccia. Siamo dovuti andare via dalla chiesa e abbiamo pregato Dio che non accadesse qualcosa di brutto».

©Riproduzione riservata