Rapina in banca a Vallo della Lucania, ecco i dettagli

Infante viaggi

Si delineano i contorni della rapina avvenuta venerdì pomeriggio a Vallo della Lucania, nella sede centrale della Banca del Cilento e Lucania Sud. Il colpo, che pare abbia fruttato oltre 100mila euro, quasi certamente è stato messo a segno da professionisti delle rapine, persone ben preparate ed esperte in questo tipo di crimine. Questa certezza è evidente dalle indiscrezioni che trapelano da fonti investigative. I tre rapinatori, probabilmente provenienti dall’area napoletana, hanno agito a volto scoperto anche se, pare, abbiano usato degli espedienti per modificare i tratti somatici del viso.

I dettagli Dopo aver raggruppato tutti i dipendenti presenti al piano terra della banca, facendo uscire anche coloro che erano negli uffici, e tutti i clienti in attesa davanti agli sportelli, hanno fatto dapprima razzia dei contanti presenti in una delle casse, poi si sono diretti al caveau dove hanno completato il colpo. Dopo aver messo il bottino al  sicuro hanno rinchiuso dipendenti e clienti in uno stanzino dietro le casse della filiale e si sono dileguati nel nulla senza troppi affanni. Pare che l’allarme alle forze dell’ordine sia partito proprio dal cellulare di uno dei clienti rinchiusi. I ladri erano armati, per cui è stata  tanta la paura per coloro che si sono trovati a fronteggiarli. Fortunatamente, non ci sono state conseguenze per i dipendenti e per i clienti della banca anche grazie al sangue freddo dimostrato da tutti e in particolare dai dipendenti stessi che hanno mantenuto i nervi saldi assecondando le richieste dei ladri e rasserenando col loro comportamento anche i tanti clienti coinvolti.

  • assicurazioni assitur

Comunità sotto choc L’episodio ha scioccato l’intera comunità vallese. Mai fino ad oggi ladri si erano spinti fino a tanto. La cittadina cilentana ha conosciuto un evento drammatico proprio nella banca più centrale, un edificio posto alle spalle della casa comunale e in prossimità del carcere. In una intervista rilasciata a una emittente locale il presidente della Banca del Cilento e Lucania Sud, Francesco Castiello, ha manifestato «solidarietà sua e del consiglio di amministrazione dell’istituto di credito ai dipendenti e ai clienti coinvolti nell’evento, garantendo la collaborazione totale dell’istituto con le forze dell’ordine al fine di individuare al più presto gli autori della rapina». Il presidente Casitiello ha anche preannunciato di voler costituire la banca parte civile nel caso in cui i ladri dovessero essere assicurati alla giustizia e successivamente processati.

© Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro