Camerota, vigili in barca sorvegliano la spiaggia più bella d’Italia. Troccoli: «Proteggiamo il nostro gioiello»

È iniziato il piano di sorveglianza speciale per Cala bianca, la spiaggia di Camerota che ha vinto il concorso istituito da Legambiente. Il Comune ha deciso di imbarcare i vigili urbani e tenere sempre sotto occhio la baia più bella d’Italia che si trova nell’area marina protetta degli Infreschi e della Masseta. L’intenzione è quella di sensibilIzzare i turisti al rispetto di una spiaggia selvaggia completamente immersa nella natura. L’idea è partita dal consigliere con delega all’ambiente Ciro Troccoli, lo stesso che ha promosso e accompagnato alla vittoria la spiaggia dai sassi bianchi candidi.

«Ci teniamo a preservare una delle nostre perle – commenta Troccoli – vogliamo che sia fruibile per tutti ma nel modo giusto, evitando e contrastando i fenomeni quali abbandono di rifiuti o campeggi abusivi. Colgo l’occasione – ha concluso il consigliere – per ringraziare anche la capitaneria di porto di Camerota e il comandante Tarani per il lavoro eccellente che sta svolgendo per la salvaguardia di cala Bianca». 

E’ Cala bianca di Marina di Camerota la spiaggia ‘Regina dell’estate 2013’

Il sondaggio è partito sul sito internet di Legambiente. Menzione speciale per la spiaggia dei Conigli di Lampedusa in provincia di Agrigento e per altre 15 spiagge candidate al concorso in Puglia, Toscana, Sardegna, Sicilia, Calabria, Liguria, Lazio e Marche per paesaggi incantevoli e anfratti magnifici del  Mediterraneo. Ma per il popolo di internet affezionato al Cigno verde, la regina del 2013 è Cala Bianca a Marina di Camerota, la piccola spiaggia di sabbia bianca definita «unica e inimitabile», «un paradiso terrestre», «una spiaggia dove si può ritrovare la calma e la pace», «uno dei posti più belli dove poter fare il bagno nel Cilento».

©Riproduzione riservata