Taglio faggi a Piaggine, sindaco Vairo scrive ai vertici del Parco del Cilento

Infante viaggi

Il sindaco di Piaggine, Guglielmo Vairo, scrive ai vertici del Parco nazionale del Cilento in merito alla vicenda del sequestro preventivo di 110 ettari di bosco di faggio sul monte Cervati, nel comune di Piaggine. Secondo la Forestale, era in corso un’operazione di taglio boschivo senza autorizzazione ma «dal riscontro degli atti d’ufficio – scrive il sindaco nella nota inviata al Parco – è emerso che il Comune, oltre ad essere in possesso di tutti i pareri e le autorizzazioni per il taglio da parte della Regione e Comunità montana, aveva acquisito i pareri dell’ente Parco in relazione ai singoli progetti di taglio e pertanto il taglio della faggeta – sottolinea Vairo – è avvenuto nel rispetto delle procedure e del ciclo produttivo».

«Per scongiurare l’insorgere di situazioni del genere anche per il futuro e soprattutto per venire incontro alle problematiche dei comuni i cui territori sono interessati da tagli colturali e protettivi – ha proposto il primo cittadino di Piaggine nella nota – sarebbe il caso di istituire un tavolo di concertazione che, attraverso un approccio scientifico e “moderno” ai problemi dell’ambiente e dello sviluppo, analizzi nello specifico la problematica, e nel contempo possa creare una rete in grado di offrire un contributo di idee sulle politiche di pianificazione, certificazione, valorizzazione ed utilizzo della risorsa boschiva, condizione pregiudiziale per avviareautentiche e concrete politiche di sistema».

  • Vea ricambi Bellizzi

QUI LA NOTA INVIATA AL PARCO (pdf)

©Riproduzione riservata

  • assicurazioni assitur
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro