Camerota, chiude il 118: cittadini sul piede di guerra. Rubano accusa:«Ritorsione politica»

Da questa mattina chiude ufficialmente a Marina di Camerota la postazione sanitaria gestita dai volontari dell’associazione Cilento Emergenza. La decisione è stata presa, dopo la richiesta dei vertici Asl, da Giuseppe Basile responsabile della centrale operativa sanitaria del 118 a Vallo della Lucania.

L’attuale responsabile dell’associazione Cilento Emergenza è il giornalista Vincenzo Rubano che ha accusato i politici del posto al quotidiano on-line quasimezzogiorno.org:«Si tratta di una ritorsione politica – dice  Rubano – qualcuno pensa di poter far politica con la salute della gente di Camerota e non è certamente il direttore Basile che è stato costretto da qualcuno a firmare la sospensione della postazione nonostante avesse chiesto più volte di rafforzare il 118 a Camerota. Il manager dell’Asl Squillante – continua Rubano – intervenga immediatamente per ripristinare l’importantissimo servizio per la comunità di Camerota».

Valter Ciociano, fondatore della Cilento Emergenza, continua con parole forti sempre ai microfoni di quasimezzogiorno.org:«C’è qualcuno che si nasconde dietro i dirigenti dell’Asl che noi conosciamo bene – aggiunge Ciociano – Non hanno capito che la salute dei cittadini non ha colore politico. Essere soccorsi è un diritto di tutti. Anche dei cittadini di Camerota». La decisione di portare un servizio così importante a Camerota, era stata presa nel settembre dello scorso anno, quando a seguito di una frana la strada provinciale 562d conosciuta come Mingardina, era stata chiusa al traffico per la pericolosità. Da settembre sono cominciati i lavori terminati nel mese di dicembre. La strada ora è riaperta al traffico ma a senso unico alternato da semaforo e la visibilità in quella zona è davvero precaria. La Provincia inoltre è pronta a riordinare la chiusura dell’arteria in caso di condizioni meteo avverse. Quindi, la domanda che i cittadini di Camerota e i responsabili della Cilento Emergenza si pongono è la seguente: come è possibile parlare di ripristino definitivo della viabilità nonostante tutti questi problemi e vincoli?

Una cosa resta sicura agli occhi della gente del comune di Camerota: da questa mattina in caso di emergenza i soccorsi dovranno giungere dai comuni limitrofi. Da Palinuro se l’ambulanza non è occupata, oppure da Policastro o Montano Antilia. La Cilento Emergenza ha effettuato più di cinquanta interventi nel comune di Camerota in soli pochi mesi di servizio. Nel pomeriggio di oggi, martedì 15 gennaio, è stata fissata per le ore 18.00 una conferenza stampa presso la sede della Protezione Civile in località porto.

©Riproduzione riservata