• Home
  • Turismo
  • Campania punta su dieta mediterranea, obiettivo expo e Usa, Caldoro, sarà la nostra firma per puntare a mercato turismo

Campania punta su dieta mediterranea, obiettivo expo e Usa, Caldoro, sarà la nostra firma per puntare a mercato turismo

di Federico Martino

La Regione Campania punta sulla dieta mediterranea per lanciare la sfida al mercato internazionale del turismo. Lo farà attraverso due importanti vetrine, l’Expo 2015 e la prossima riunione della Comunità italo americana Niaf in programma a Washington a ottobre.  Saranno incontri all’insegna di arte, archeologia e agroalimentare. Stefano Caldoro, presidente della Regione Campania, ha scelto Pollica, sede dell’Osservatorio della Dieta mediterranea istituito di recente dalla Regione e che oggi si è insediato, per lanciare la sfida di una regione portabandiera della dieta mediterranea, patrimonio culturale riconosciuto dall’Unesco.
«Abbiamo due appuntamenti a breve – ha annunciato Caldoro – che intendiamo sfruttare come vetrine per promuovere il nostro turismo. Il primo è l’incontro dell’1 luglio a Milano sull’Expo, dove saremo presenti con le nostre eccellenze». «L’obiettivo – continua Caldoro – è quello di esercitare un ruolo di leadership nell’ambito della promozione della dieta mediterranea visto che nessuno più di noi ne ha titolo e considerato che c’è chi se ne appropria indebitamente». «Il secondo evento – ha proseguito – è l’invito del Niaf come regione ospite per essere a Washington ad ottobre per il tradizionale momento d’incontro della Comunità italiana d’America che generalmente si conclude alla presenza del presidente degli Stati Uniti. Due occasioni di cui approfitteremo per presentare la dieta mediterranea in eventi di grande risalto. Vogliamo far conoscere questa cultura e cosa porta di buono, e l’Osservatorio potrà mettere in campo delle proposte concrete».
Con Caldoro anche il presidente dell’Osservatorio Vito Amendolara ha posto l’accento su come la dieta mediterranea possa essere un strumento capace di creare sviluppo. «La nostra offerta – ha detto – racchiuderà anche salute, ambiente e itinerari gastronomici. Inoltre una cultura gastronomica all’insegna della dieta mediterranea è utile anche dal punto di vista del contenimento della spesa sanitaria in visto che in Campania tre milioni di persone sono in soprappeso e 750mila sono gli obesi».
A fare gli onori di casa il sindaco di Pollica Stefano Pisani che ha rilanciato la disponibilità della cittadina cilentana a dare il suo contributo per la promozione della dieta mediterranea come volano di sviluppo. Alla presentazione ha partecipato il presidente del Parco nazionale del Cilento e del vallo di Diano, Amilcare Troiano.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019