Agropoli, guardia di finanza scopre una frode fiscale per 38 milioni di euro

Infante viaggi

I finanzieri della compagnia della guardia di finanza di Agropoli, coordinati dal Procuratore della Repubblica di Vallo della Lucania, dott. Giancarlo Grippo e dal Sostituto Procuratore Palmieri , hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca nei confronti del rappresentante legale di una società con sede a Verona, stabilimenti e depositi dichiarati a Salerno, Capaccio e Belfiore (VR), e sede amministrativa ad Agropoli.

L’esecuzione della misura cautelare reale deriva dalle indagini svolte d’iniziativa dalle fiamme gialle di Agropoli in seguito all’esecuzione di una verifica fiscale nei confronti della società operante nel settore del commercio di prodotti alimentari.

  • assicurazioni assitur

Al termine delle indagini l’amministratrice, G.G., di 43 anni, è stata denunciata per i reati di occultamento delle scritture contabili, omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali, dichiarazione infedele e mancato versamento dell’Iva dovuta.

Difatti, le investigazioni eseguite dai verificatori della guardia di finanza hanno permesso di far emergere l’ingente evasione fiscale perpetrata attraverso tale società di capitali, in seguito alla constatazione della sottrazione di materia imponibile ai fini delle imposte sui redditi per oltre 32,5 milioni di euro ed ai fini Iva per 5,5 milioni di euro.

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur