Vallo della Lucania, nei giardini e parchi pubblici i cani non possono entrare

Nei giardinetti pubblici e nei parchi di Vallo della Lucania gli amici a quattro zampe non possono entrare. Lo ha deciso il sindaco Antonio Aloia in una ordinanza a firma di tutta la giunta comunale nella quale si legge: «I proprietari e i detentori/conduttori di cani provvedano a utilizzare sempre il guinzaglio, che dovrà consentire la tenuta del cane ad una distanza non superiore a 1,50 metri durante la conduzione dell’animale; portare con sé una museruola, rigida o morbida, da applicare al cane in caso di rischio per I’incolumità di persone o animali o su richiesta delle autorità competenti; affidare il cane a persone che, per età e per capacità, siano in grado di assicurarne una corretta gestione». E le precauzione, come le attenzioni del caso, tocca prenderle al proprietario del cane che «deve assicurare che il cane -si legge nella delibera – abbia un comportamento adeguato alle specifiche esigenze di convivenza con persone e animali rispetto al contesto in cui vive; non deve condurre i cani nelle aree pubbliche attrezzate a gioco per i bambini, nelle aiuole ove è vietato il calpestio, negli spazi pubblici che, per caratteristiche del suolo o della pavimentazione, rendano difficile o impossibile l’eventuale raccolta di deiezioni solide o, per il loro particolare pregio, possano essere danneggiate da deiezioni solide e liquide». Per i trasgressori i vigili urbani di Vallo della Lucania sono pronti ad infliggere multe per un importo massimo di 500 euro. 

©Riproduzione riservata