Cilento, scacco matto ai signori della droga: 15 arresti | NOMI E FOTO

Stamattina all’alba i carabinieri del comando provinciale di Salerno hanno fatto scattare un blitz che ha portato all’arresto di 15 persone. La maggior parte delle persone fermate, risiede nel Cilento. Altri, invece, provengono anche da altri comuni italiani. L’operazione è scattata in contemporanea a Vallo della Lucania, Castelnuovo Cilento, Ascea, Campagna, Napoli, Marano di Napoli (provincia di Napoli), San Teodoro (provincia di Nuoro in Sardegna) e San Donato Milanese (in provincia di Milano).  Alle operazione, oltre alle forze dell’ordine del nucleo investigativo del comando provinciale di Salerno, hanno preso parte un equipaggio del settimo elinucleo di Pontecagnano e da due unità antidroga del nucleo cinofili di Sarno.

I particolari Il gip del tribunale di Salerno ha firmato 15 provvedimenti di custodia cautelare agli arresti domiciliari dopo la richiesta avanzata dalla locale Procura della Repubblica e dalla direzione distrettuale Antimafia. Dei 15 indagati, due sono già detenuti agli arresti domiciliari per altra causa. Tutti sono ritenuti responsabili, in concorso, del reato di spaccio di stupefacenti del tipo cocaina, eroina, hashish e marijuana. Le indagini sono concluse nel novembre dello scorso anno e hanno consentito agli inquirenti di delineare una fitta rete di pusher che, in concorso tra loro, approvvigionavano di stupefacente diversi assuntori (tra i quali minorenni) residenti in diversi paesi del Cilento, alternandosi tra loro nelle mansioni di acquisto, detenzione, trasporto e spaccio della droga.

Le indagini Nel corso delle investigazioni sono stati documentati molteplici episodi di cessione di stupefacente, mediante numerosi recuperi sugli acquirenti, in particolare il 25 ottobre 2013 uno degli indagati (M.S.) è stato tratto in arresto ad Agropoli dai carabinieri del nucleo investigativo perché trovato in possesso, a seguito di perquisizione veicolare e personale, di circa 1 chilo di hashish suddiviso in panetti, e 10 grammi di cocaina, oltre a materiale utile per la suddivisione in dosi e il confezionamento della droga. Dall’attività investigativa, inoltre, è emerso il canale privilegiato di fornitura che i pusher avevano in particolare con due indagati (P.G. e M.A.), residenti rispettivamente a Napoli (lotto “P” di Scampia) e a Marano di Napoli, zone sotto il controllo del clan camorristico «Amato-Pagano». Oltre i 15 arresti ci sarebbero anche altre 9 persone che al momento risultano «solo» indagate.

Sequestri Nel corso dell’operazione i carabinieri hanno sequestrato, a casa di L.P.A., ragazzo 29enne di Ascea, 8 grammi di marijuana. Il 29enne è stato denunciato alla procura della Repubblica del tribunale di Vallo della Lucania. Stessa sorte è toccata a G.M., 40enne di Ascea, trovato in possesso di 23 bombe carta di piccole dimensioni, di fattura artigianale. 

Gli arrestati:

1.        Cerbone Maurizio, 51enne di Castelnuovo Cilento (SA), pregiudicato;

2.        F.A., 21enne di Vallo della Lucania (SA);

3.        G.M., 40enne di Ascea (SA);

4.        I.M., 20enne di Vallo della Lucania (SA);

5.        M.G., 22enne di Vallo della Lucania (SA);

6.        Maiuri Stefano, 24enne di Castelnuovo Cilento (SA), pregiudicato;

7.        Passanante Carmine, 30enne di Vallo della Lucania (SA), pregiudicato;

8.        Pennarelli Giovanni, 28enne di Marano di Napoli (NA), pregiudicato;

9.        Perna Liberato, 23enne di Campagna (SA), pregiudicato;

10.    P.A., 21enne di Ascea (SA);

11.    Sanna Gianluca, 29enne di Vallo della Lucania (SA), residente a San Teodoro (NU), pregiudicato;

12.    V.D., 24enne di Vallo della Lucania (SA);

13.    V.M., 22enne di Vallo della Lucania (SA);

14.    F.R., 33enne di Ascea (SA), domiciliato a Paullo (MI);

15.    Molfetta Addolorata alias “Dora”, 29enne di Napoli – quartiere 167/lotto “P” (case dei Puffi), pregiudicata.

©Riproduzione riservata