Presidenza Parco del Cilento, Vincenzo Pepe cambia idea: ora è lui il probabile successore di Troiano

Una virata improvvisa dell’attuale presidente della fondazione ‘G. Vico’ di Vatolla e di Faremabiente sconvolge le carte sul tavolo delle candidature alla presidenza del Parco nazionale del Cilento. Amilcare Troiano ha terminato l’incarico e le richieste consegnate al ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, e al presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, portano il nome di Vincenzo Pepe. Nei mesi scorsi Pepe aveva abbandonato l’idea di occupare la poltrona principale del secondo Parco nazionale d’Italia, ma oggi al quotidiano ‘La Città’ ha affermato: «Sto raccogliendo tanti attestati di stima da ogni parte del Cilento e Vallo di Diano che superano ogni mia aspettativa. Attendiamo cosa deciderà il ministro». E’ la gente, il territorio, che stanno spingendo Pepe verso la candidatura. Numerosi sono gli attestati di stima rivolti al presidente di Fareambiente e molte pro loco cilentane, insieme alle banche del territorio, hanno addirittura avviato una raccolta firme in tal senso. Pepe, però, partecipa comunque ad una corsa con altri due rivali:  il giornalista Luciano Pignataro e Corrado Matera. Chi vincerà? Per il verdetto bisogna aspettare ancora qualche giorno.

©Riproduzione riservata
Twitter @martinoluigi92