• Home
  • Cronaca
  • Marina di Camerota diventa tappa del giro d’Italia di apnea (FOTO)

Marina di Camerota diventa tappa del giro d’Italia di apnea (FOTO)

di Luigi Martino

Marina di Camerota al centro dell’apnea italiana nelle ultime settimane. Dopo la visita del plurimedagliato recordman di apnea Umberto Pellizzari all’area marina protetta ‘Costa degli Infreschi e della Masseta’, le acque di Camerota diventano tappa del giro d’Italia di apnea. Il Gia, questa è la sigla, è una gara sociale aperta a tutti gli allievi dei corsi ‘Apnea academy’ e i soci delle associazioni che collaborano agli appuntamenti. Lo scopo della manifestazione  è la promozione e la divulgazione della didattica e della disciplina dell’apnea con intenti di aggregazione, informazione, formazione, scambio e divertimento tra atleti, amatori, brevettati apnea, professionisti e tra tutte quelle figure che circondano le discipline acquatiche. Per questo motivo è aperto e disponibile alla collaborazione con istituzioni, federazioni, associazioni, enti di promozioni sportiva, scuole, università nonché con professionisti del settore acquatico che ne rispettino le linee guida e lo spirito e regolamenti di seguito riportati. Lo scopo del progetto Gia si concretizza nell’attivazione su tutto il territorio nazionale ed internazionale di un circuito di eventi interno ad ‘Apnea academy’ ed ‘Apnea academy competition’ e da essa patrocinato, semplice e fruibile da tutti.

Gli eventi del giro italiano di apnea si dividono in eventi indoor e outdoor. Le uscite a Marina di Camerota si sono svolte tra cala monte di Luna e la cala del Pozzallo. Le imbarcazioni si sono allontanate dalla costa per permettere agli atleti di scendere fino a 70 metri di profondità. Alla tappa hanno partecipato diversi apneisti del Cilento. L’evento è stato svolto nel borgo cilentano grazie alla collaborazione di Giancarlo Infante e Enrico Lupo che sono riusciti a portare l’associazione ‘Apnea competition’ a Marina di Camerota.

©
©Foto ‘Apnea porto Infreschi’. Riproduzione vietata

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019