• Home
  • Politica
  • Ospedale Agropoli, Capozzolo contro Squillante: «Se ha vezzi politici, cambi mestiere»

Ospedale Agropoli, Capozzolo contro Squillante: «Se ha vezzi politici, cambi mestiere»

di Luigi Martino

«Se il direttore Squillante ha in mano la soluzione per risolvere il problema dell’ospedale di Agropoli che proceda senza indugio, visto che è per questo che è stato chiamato a gestire la Asl di Salerno». E’ quanto dichiara Sabrina Capozzolo, onorevole del Pd, in merito alle esternazioni del direttore dell’Asl di Salerno Antonio Squillante, che ha lanciato accuse al vetriolo contro la classe politica in merito a questa vicenda.

«Nelle parole di Squillante si evince una totale assenza di interesse rispetto al rischio nel quale incorrerebbe, un intero territorio a seguito della chiusura del presiedo ospedaliero di Agropoli – continua Capozzolo -. Lancia una sfida ad una classe politica invece di costruire insieme una giusta soluzione a garanzia della salute, diritto per tutti i cittadini, senza distinzione. E’ vero che i cambiamenti sono sempre difficili da far accettare ma è anche vero che tra i suoi doveri vi era anche quello di comunicare ai sindaci ed alla popolazione i passaggi che insieme si dovevano intraprendere, invece di trincerarsi nel suo ufficio e far sentire la sua voce solo con laconiche comunicazioni di servizio. Se avesse utilizzato la stessa foga e la stessa fermezza per dialogare invece di infangare la politica, ne avremmo beneficiato tutti e soprattutto l’ospedale di Agropoli. Comprendo – conclude la neo eletta alla Camera – che Squillante possa essere rimasto affezionato ad alcuni retaggi del suo vecchio trascorso politico ma, vorrei ricordargli, che adesso ricopre un incarico pubblico di grande rilevanza e se ha ancora dei vezzi politici dai quali non riesce a distaccarsi, farebbe bene a cambiare mestiere. In ogni caso, con o senza di lui, i ‘signori’ della politica non faranno mai mancare l’impegno per assicurare il pieno diritto alla salute a tutti i cittadini di Agropoli e dei cittadini dei paesi limitrofi».

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019