Minaccia e rapina prostituta, in manette finisce un 30enne sposato

Ha avvicinato una prostituta, l’ha minacciata con un giravite, si è impossessato della sua borsa ed è andato via, non prima di averla strattonata con violenza e fatta cadere a terra. E’ il motivo per cui questa notte i carabinieri della compagnia di Battipaglia hanno arrestato il pregiudicato Alessandro Romano, 30enne di Solofra, sposato, nullafacente. Il giovane, a bordo di una Fiat Panda verso le 21.30 di ieri, lungo la litoranea di Pontecagnano Faiano, ha avvicinato una prostituta moldava residente a Napoli. I carabinieri lo hanno identificato grazie agli elementi raccolti sul posto, hanno trovato l’uomo nella sua abitazione di Solofra, dove hanno trovato anche l’autovettura e l’arma utilizzate per commettere la rapina, nonché parte della refurtiva successivamente restituita alla vittima. Condotto negli uffici della compagnia di Battipaglia è stato riconosciuto dalla donna, che, nel frattempo, ha ottenuto dai sanitari dell’ospedale ‘Santa Maria della Speranza’ cinque giorni di prognosi per contusione con ecchimosi al collo.  L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, con l’accusa di rapina aggravata e lesioni personali, in attesa del giudizio con rito direttissimo disposto, per la tarda mattinata di oggi, dall’Autorità Giudiziaria.

©Riproduzione riservata