Fermato un ladro e un ricettatore del Cilento, da San Giovanni rubavano a Camerota e vendevano la merce a Sapri

Ancora arresti per furti e ricettazione nel basso Cilento. Martedì mattina i carabinieri della compagnia di Sapri hanno fermato due persone dopo un provvedimento emesso dal giudice del tribunale di Vallo della Lucania su richiesta della procura. Nei guai sono finiti due soggetti: uno ai domiciliari, mentre l’altro con l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Sono entrambi residenti a San Giovanni a Piro e ritenute dagli inquirenti responsabili di furto in abitazione, il primo, e ricettazione, il secondo.

Le indagini sono state condotte dalla stazione dei carabinieri di San Giovanni a Piro del maresciallo Roberto Ricotta. Incroci di dati e verifiche hanno consentito di raccogliere indizi di colpevolezza nei confronti di V.C., 26 anni, il quale, nel mese di ottobre 2012, a Camerota, si era introdotto nell’abitazione di una donna del posto, rubando monili in oro per un valore di cinquemila euro circa. La refurtiva, poi venduta da F.P., 29 anni, in più esercizi compro oro di Sapri, è stata in parte recuperata e restituita alla legittima proprietaria. V.C. è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari, mentre F.P. è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

©Riproduzione riservata