Polla, scoperti resti umani: chiesa sequestrata

Infante viaggi

E’ avvenuta mercoledì mattina nella chiesa della Santissima Trinità a Polla una scoperta che potrebbe svelare particolari interessanti già nelle prossime ore. La chiesa è chiusa al culto da tantissimi anni ed è tra le più antiche della città. Ora entra in campo la Soprintendenza che già nella giornata di giovedì nominerà tecnici appositi per il riconoscimento delle ossa e soprattutto, gli archeologici, dovranno stabilire il periodo storico al quale apparterrebbero.

La scoperta I muratori di una ditta del posto, durante alcuni lavori di ristrutturazione del luogo sacro, hanno scoperto dei resti affiorati durante le operazioni di scavo all’interno del cantiere. Gli addetti ai lavori hanno in poco tempo allertato gli organi competenti e i carabinieri della locale stazione. I militari hanno sottoposto l’area sotto sequestro. Per giovedì si attende il sopralluogo da parte di uno dei funzionari della Soprintendenza dei Beni culturali archeologici di Salerno.

  • Vea ricambi Bellizzi

Le ipotesi Secondo una prima ricostruzione da parte di un esperto pare che i resti ritrovati apparterrebbero ad umani che avrebbero abitato quella zona nel periodo compreso tra il 1600 ed il 1700 quando era normale che le chiese svolgessero anche la funzione di cimitero. Nel caso questa ipotesi fosse confermate dagli archeologici, potrebbe trattarsi di una sorta di fossa comune che si trovava all’interno della chiesa di Polla. Nulla è certo per il momento, sono tutte ipotesi, toccherà infatti alla Soprintendenza stabilire con certezza il periodo al quale appartengono i resti.

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Vea ricambi Bellizzi