Pedofilia, scoperta dalla polizia postale campana una vasta rete italiana: sequestrati 5 milioni di file multimediali

Sono dieci in tutto le ordinanze di custodia cautelare notificate dalla polizia postale. Perquisizioni in varie regioni italiane nelle quali sono stati individuati soggetti che diffondevano materiale pedopornografico sul web: Campania, Lazio, Umbria, Liguria, Piemonte, Veneto e Lombardia.

Le persone coinvolte sono state accusate inoltre di associazione a delinquere. Perquisite abitazioni e scovato materiale per un totale di circa 5 milioni di file fra immagini e video, dal contenuto altamente crudo. L’associazione si nascondeva perchè utilizzava il «deep web», in questa sottorete infatti è garantito l’anonimato. Gli aggiornamenti in seguito.

©Riproduzione riservata