Casalvelino, cacciava nel cuore del Parco: denunciato un bracconiere

Infante viaggi

E’ stato denunciato dal corpo forestale dello Stato F.G., un cacciatore cinquantaduenne responsabile di aver sparato alcuni colpi di fucile nell’area protetta del Parco nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, in località “Tufo-Fornace-Lauri” in agro del comune di Casalvelino. I forestali del comando di Sessa Cilento, durante un servizio mirato alla repressione di caccia di frodo nell’area protetta del Parco, hanno udito ripetuti colpi di arma da fuoco provenire da aree del comune di Casalvelino. Prontamente, le pattuglie, costeggiando le sponde del torrente denominato “Fiumicello”, proseguendo a piedi fino a raggiungere un uliveto attrezzato, sono riusciti a sorprendere un uomo che munito di fucile, sparava diversi colpi abbattendo alcuni esemplari di volatili.

Le giubbe Verdi, hanno sottratto al bracconiere l’arma da fuoco fermando così l’attività illecita. Gli uomini della forestale hanno poi sequestrato il fucile da caccia automatico, cinquanta munizioni e due richiami. In più in possesso dell’uomo sono stati trovati diversi esemplari di selvaggina abbattuta. L’uomo è stato denunciato alla procura del tribunale di Vallo della Lucania e dovrà rispondere di esercizio di caccia in area protetta con mezzi non consentiti.

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro