Giudice di Pace al collasso, mancano i dipendenti e le udienze saltano

«Il presidente, rilevato che in ragione dell’incremento del carico di lavoro conseguente al riassetto del circondario e della rilevante scopertura dell’organico, non può più procedersi alla sostituzione del giudice designato per la celebrazione dell’udienza fissata. Per tanto dispone il differimento della predetta udienza a data da destinarsi». Le udienze del giudice di Pace di Polla sono bloccate. Il motivo? Manca il personale. 

Segnalazioni di questo tipo ne stanno arrivando a decine. Il tribunale è al collasso. Le udienze vengono rinviata di sei mesi (quando va bene). In alcuni casi la lettera arriva giusto il giorno prima dell’udienza già fissata da mesi. Il problema va avanti da martedì scorso. Il ministero ha trasferito gli impiegati della cancelleria altrove e il Comune dovrebbe trovare del personale per l’ufficio del giudice di Pace. Il patto del ministero era chiaro: «Noi non sopprimiamo l’ufficio se voi vi fate carico delle spese dei dipendenti». Ma, l’impiegato messo in cancelleria dall’ente valdianese, non ha potuto svolgere alcuna attività in quanto non qualificato per le mansioni di cancelliere.

©Riproduzione riservata