Cilento, finge di annegare e la mamma sviene: 17enne picchiato in spiaggia

In un villaggio viveva un pastore che di notte doveva fare la guardia alle pecore, le quali erano di suo padre. Si annoiava e quindi, decise di fare uno scherzo: mentre le altre persone erano a dormire egli cominciava a gridare: «Al lupo, al lupo!». Così tutti si svegliavano e accorrevano per aiutarlo. Ma dopo il pastore burlone rivelava loro che era uno scherzo. Questo scherzo continuò per parecchi giorni, fino ad una notte in cui quel lupo venne veramente. Il pastore cominciò a gridare: «Al lupo, al lupo!», ma nessuno venne ad aiutarlo perché tutti pensarono che fosse il solito scherzo. Così il lupo si mangiò tutte le pecore. E così può succedere a chi scherza in mare e fa finta di annegare. Ieri pomeriggio, lungo la spiaggia delle Saline di Palinuro, un ragazzo di Napoli, di 17 anni, si è gettato in mare intorno alle 15. E’ in vacanza nel Cilento insieme ai propri genitori e a sua sorella di 10 anni. All’improvviso ha cominciato a chiedere aiuto. Urlava dall’acqua: «Mamma, vienimi a salvare». I genitori, in preda al panico, hanno chiesto soccorso ad altri bagnanti. La mamma è svenuta e il padre non sapeva se soccorrere la donna o il figlio. Ad un tratto il minorenne si è accorto della gravità dello scherzo e ha raggiunto la spiaggia da solo. Il tutto è accaduto in una manciata di secondi. La mamma si è ripresa e quando il 17enne si è messo a ridere per la riuscita dello scherzo, il padre lo ha picchiato. Indignati anche gli altri turisti che a quell’ora stavano prendendo il sole sulla spiaggia di Palinuro. Uno scherzo stupido che avrebbe potuto assumere risvolti peggiori.

©Riproduzione riservata