Giallo Sapri, cresce ipotesi omicidio: simulato incidente all’interno dell’abitazione

Quasi non ci sono più dubbi, l’ipotesi dell’omicidio si fa sempre più strada nelle indagini che stanno portando avanti gli inquirenti. Non c’è ancora la certezza, ma dagli ultimi esami, dagli ultimi sopralluoghi, l’ipotesi dell’incidente in casa sembra quasi esclusa del tutto. Giuseppe Giudice, il 67enne di Sapri trovato cadavere nella propria abitazione domenica mattina intorno alle 8 da alcuni componenti della famiglia, è morto con un colpo di arma bianca alla testa che gli ha procurato una ferita lacero contusa di 7 centimetri. Il pensionato ha cessato di vivere per dissanguamento. Questo è quanto emerso dall’autopsia effettuata all’obitorio dell’ospedale di Vallo della Lucania dal medico legale Adamo Maiese. Il dottore ha asportato parte del cuoio capelluto della vittima per esaminarlo più da vicino.

Intanto mercoledì mattina i carabinieri della compagnia di Sapri e la scientifica di Salerno sono tornati all’interno della villetta del ’Timpone’, piccola frazione di Sapri. All’interno della casa gli investigatori hanno provato a simulare un incidente domestico che non corrisponde affatto con il decesso di Giudice e gli esami del medico legale. Ipotesi dunque esclusa. I Ris sono andati alla ricerca, per ore, di tracce e indizi utili a ricomporre quel puzzle orfano di tanti pezzi. Il giallo s’infittisce. Niente tracce di sangue sugli spigoli dei mobili, dove Giudice potrebbe aver battuto la testa. Nulla che faccia pensare ad una morte accidentale. Ma nulla, nemmeno, di tanto particolare. Sul cadavere non ci sono altri segni di violenza, di colluttazione. Solo una ferita sul capo e basta. Le forze dell’ordine del capitano Emanuele Tamorri stanno tentando in queste ore di ricostruire gli ultimi attimi di vita di Giuseppe Giudice. Sono alla ricerca di un probabile movente, ma non l’ho trovano. L’ex dipendente comunale era in pensione e ogni tanto andava all’alimentari della moglie per aiutarla. Non ha avuto mai problemi con la giustizia. Mercoledì pomeriggio si sono tenuti i funerali nella chiesa Madre. La salma è stata accolta da una folla di conoscenti e dal sindaco del comune di Sapri, Giuseppe Del Medico. Gli inquirenti continuano con il lavoro degli interrogatori e dei sopralluoghi alla ricerca della verità.

©Riproduzione riservata