Appalti alla Provincia, la procura chiede 79 rinvii a giudizio

Sono 79 le richieste di rinvio a giudizio avanzate dalla procura nell’ambito dell’inchiesta «Due Torri». A darne notizie è il quotidiano Metropolis. Secondo quanto riportato nell’articolo pubblicato giovedì, il prossimo 7 maggio gli imputati dovranno comparire dinanzi al giudice per l’udienza preliminare Renata Sessa. I pubblici ministeri Rosa Volpe, Francesco Rotondo e Guglielmo Valenti hanno ritenuto di avere gli elementi sufficienti per portare a processo politici, imprenditori e funzionari della Provincia di Salerno che avrebbero partecipato al sistema di spartizione degli appalti facente capo al cartello di costruttori collegato a Giovanni Citarella. Nella lista degli imputati – si legge su Metropolis – c’è anche l’ex Presidente della Provincia Angelo Villani e l’ex assessore ai lavori pubblici Franco Alfieri, oggi sindaco Pd di Agropoli. Al primo viene contestato il reato di peculato per aver beneficiato di alcuni lavori a favore dell’impresa di famiglia Alvi, al secondo quello di corruzione aggravata per aver ottenuto mazzette su alcuni appalti. Secondo la Procura sarebbero 54 le gare d’appalto pilotate, decine gli episodi di falso e turbativa d’asta. Reati commessi in circa tre anni in cui i lavori pubblici erano affidati in regime di monopolio. Un sistema che avrebbe avuto il momento di massima espansione durante l’ultima amministrazione di centrosinistra per poi essere smantellato dall’inchiesta dei Carabinieri del Ros e della Direzione distrettuale antimafia.

©Riproduzione riservata