Convegno Sassano su viabilità e sicurezza, Pierro: «Gestisco solo 870mila euro, martedì incontro per Roscigno» (FOTO)

Infante viaggi

Importante convegno venerdì a Sassano. Al centro della discussione lo stato disastroso della rete viaria di Cilento e Vallo di Diano. Motore dell’evento l’associazione Life Onlus di Daniele Campanelli che, accanto al moderatore, il giornalista Lorenzo Peluso, rende noto alla stampa e presenti tutti i risultati dei primi due anni di attività.

La serata si anima quando Angelo Paladino, presidente dell’osservatorio europeo del Paesaggio ricorda: «Il problema è che Comuni, Consorzio, Provincia e Anas si ‘intrecciano’ nelle loro competenze. Viviamo in un territorio continuamente a rischio – sottolinea Paladino – il Cilento che, con le sue montagne degrada verso la pianura e il Vallo di Diano. Per cui necessitano interventi mirati per due territori tanto diversi». E poi sottolina il peggiore dei mali: «Una rete stradale tanto dissestata non si risolve solo con l’asfalto, il territorio corre un doppio rischio, rischio frana e rischio alluvione, per cui occorre unire una politica di prevenzione ambientale e una manutentiva». Dopo l’intervento del primo cittadino di Polla Rocco Giuliano che raccomanda ai giovani di prendersi cura della loro salute e di stare attententi all’alta velocità, segue l’intevento di Tommaso Pellegrino.

Il primo cittadino di Sassano calamita l’attenzione dei presenti affrontando tutti i temi caldi degli ultimi giorni, partendo, come ovvio, dal disastro strade. Pellegrino ricorda, infatti, che oltre ai dissesti e alle frane c’è il rischio Tanagro, un fiume lasciato nella più totale incuria i cui argini oramai ridotti a una vera boscaglia sono un rischio concreto per la popolazione. Ma il nervo scoperto rimane la perdita del presidio salese. E lì la discussione cambia, almeno per un attimo, direzione. Il sindaco sottolinea lo ‘scippo’ che il Valdiano ha subito. Un male causato dall’assenza di politici capaci di rappresentare in concreto il territorio, di dare voce al territorio nelle più alte sfere del potere. A queste parole del primo cittadino interviene il giornalista Peluso «Ha vinto la politica della Basilicata, si è combattuta una battaglia tra due regioni e la si è persa». Le parole di Pellegrino a questo punto risuonano in tutta la sala «E’ ridicolo accogliere i politici col tappeto rosso quando non hanno fatto nulla per il territorio» E ancora: «Non possimo farci prendere in giro dalle istituzioni, alziamo la testa!».

A Pellegrino fa seguito l’intervento di Attilio Pierro, assessore provinciale ai Lavori Pubblici che, con dati alla mano, espone le sue ragioni per i tanti mancati interventi: «Il problema è che allo stato attuale gestisco una somma di 870mila euro, non sufficiente per coprire un territorio tanto vasto, in più ci sono stati 28milioni di tagli voluti dallo Stato». Alla domanda del giornaledelcilento su un possibile inizio dei lavori sulla Sp 342 l’assessore risponde: «Martedì ci sarà un incontro con il primo cittadino di Roscigno Armando Mazzei per discutere della situazione».

  • Vea ricambi Bellizzi

Conclude la serata Daniele Camapanelli presidente della Life Onlus che ringrazia tutti i presenti e annuncia insime a Pierro l’approvazione del progetto sulla SS.19 Ter, un intervento «scandalosamente» bloccato dal 2004.

©Riproduzione riservata

©Foto Lucia Cariello. La riproduzione è riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur