• Home
  • Cronaca
  • L’arma dei carabinieri di Sapri celebra la Virgo Fidelis

L’arma dei carabinieri di Sapri celebra la Virgo Fidelis

di Marianna Vallone

Celebrata a Roccagloriosa, nella chiesa di San Mercurio, la ricorrenza della Virgo Fidelis, patrona dell’arma dei carabinieri. A presiedere la messa don Pietro Scapolatempo che durante la celebrazione, ha ricordato che «fu Papa Pio XII , l’11 novembre 1949, a fissare come data di ricorrenza della festività il 21 novembre, giorno in cui cade la presentazione di Maria e l’anniversario della battaglia di Culqualber. Il titolo di Virgo Fidelis, era stato sollecitato in relazione al motto araldico dell’arma (Nei secoli fedele), dall’arcivescovo Carlo Alberto Ferrero di Cavallerleone, che nel 1949 era ordinario militare. L’arcivescovo compose anche il testo della Preghiera del Carabiniere alla Virgo Fidelis. La proposta fu accolta con voto unanime dai cappellani militari dell’arma e dall’ordinariato militare per l’Italia».

Presenti in chiesa i carabinieri della compagnia, oltre alle massime cariche civili, religiose e militari. Presenti anche i carabinieri in congedo dell’associazione nazionale carabinieri e Antonio Tripodi, papà di Carmine, medaglia d’oro al valore militare, brigadiere morto nell’85 a soli 24 anni, vittima della ‘Ndrangheta nell’Aspromonte.

Anche quest’anno la ricorrenza è stata celebrata in un comune della giurisdizione della compagnia di Sapri, continuando la tradizione della Virgo Fidelis “itinerante”, dimostrando ancora una volta come l’arma sia sempre più vicina al cittadino, incarnando appieno il concetto di polizia di prossimità, al servizio delle comunità. L’evento ha visto la partecipazione corale dell’intero territorio che ha dimostrato, come ormai ogni anno, affetto e vicinanza ai suoi carabinieri. Terminata l’omelia, il capitano Emanuele Tamorri, comandante della compagnia di Sapri, ha recitato la preghiera del Carabiniere e ha ringraziato i presenti, la comunità di Roccagloriosa, il sindaco Nicola Marotta e il vicesindaco e assessore provinciale  Attilio Pierro per aver reso possibile la giornata.

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019