Cilento, campeggio in fiamme: rogo distrugge case in legno

Un incendio è divampato nella notte tra martedì e mercoledì all’interno di un campeggio tra Agropoli e Paestum lungo la Litoranea. Due prostitute si sono accorte del rogo e hanno fermato alcuni passanti che hanno allertato a loro volta i vigili del fuoco. Sul posto sono intervenuti prontamente i caschi rossi del distaccamento di Eboli e i carabinieri della compagnia di Agropoli. La prontezza dei pompieri ha permesso di evitare il peggio e di limitare i danni. Il rogo ha distrutto tre case in legno. L’incendio dovrebbe essere di matrice dolosa. Gli inquirenti, che indagano a tutto campo, avrebbero rinvenuto tracce di liquido infiammabile. Chi ha allertato i soccorsi, però, giura di non aver visto nessuno in zona. Gli uomini del capitano Francesco Manna, però, non lasciano nulla al caso e in queste ore stanno tentando di ricostruire con esattezza il fatto con l’aiuto, logicamente, dei vigili del fuoco. Nell’incendio non sono rimaste coinvolte persone.

©Riproduzione riservata