Alunni in cattedra all’istituto comprensivo di Caselle in Pittari: esaminate le acque della sorgente “Capello” di Casaletto Spartano

Da studenti a protagonisti: sono gli iscritti all’istituto comprensivo di Caselle in Pittari, impegnati in attività extracurricolari per ampliare l’offerta formativa, ad analizzare le acque per il laboratorio di analisi ambientale.

Il laboratorio rientra nell’ambito del progetto PON G-1-FESR-2011-1 e vede gli studenti di Caselle in Pittari impegnati nel prelievo delle acque presso la sorgente “Capello” di Casaletto Spartano.

Il dirigente scolastico, Biagio Bruno, nell’ambito della programmazione dei fondi strutturali 2007/2013, ha richiesto fondi al ministero per il finanziamento di un laboratorio di analisi ambientali, per testare le caratteristiche fisico-chimiche dell’acqua e monitorare ed analizzare alcune sorgenti ricadenti nei comuni limitrofi a Caselle in Pittari.

Sono state scelte dieci sorgenti, da utilizzare come punti di monitoraggio, in base ad alcune caratteristiche: il facile accesso, la presenza di captazione acquedottistica, l’importanza quantitativa e la rappresentatività dei diversi ambiti geologici e territoriali.

Quindi, niente penne e libri ma strumenti di laboratorio: ossimetro e conduttivimetro.

Alcuni video, realizzati dagli alunni con l’aiuto di Giuseppe Rivello, curatore del progetto nell’ attività di pubblicizzazione, mostrano gli alunni al lavoro: con l’ossimetro è stata misurata la quantità di ossigeno presente in percentuale nell’acqua e con il conduttivimetro, invece, la conducibilità elettrica e la temperatura dell’acqua.

Francesca Del Medico descrive, poi, gli strumenti utilizzati nel laboratorio di analisi ambientale e il loro utilizzo.

© Riproduzione riservata