Cicche di sigarette lanciate dal balcone della Certosa di Padula: la denuncia del Codacons (FOTO)

«Un’opera architettonica importante, quale la Certosa di San Lorenzo in Padula, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1998, meriterebbe un’attenzione particolare da parte di tutti noi, non tanto per mera forma, ma per profondo rispetto della Storia». E’ quanto scrive l’associazione Codacons del Vallo di Diano in una nota stampa in cui denuncia la presenza di cicche di sigarette dappertutto nella certosa di San Lorenzo. «Tutti noi godiamo, oggi, della vista di bellezze architettoniche di così pregevole fattura, grazie a quanto fatto, dal XIV secolo in poi, in questo luogo ospitato nel nostro territorio. Come Associazione, non possiamo non rilevare un’anomalia, qualora ci venga segnalata»

«Ci hanno raccontato – continua il Codacons valdianese – delle cicche disseminate nella Certosa di Padula un po’ dappertutto nella corte esterna. Abbiamo appurato la cosa e abbiamo trovato e fotografato un balcone sputa-cicche. Si vedono, infatti, cicche un po’ dappertutto, ma soprattutto al di sotto di quel balcone un po’ malandrino, che lancia i resti incombusti delle sigarette proprio sotto nella strada di raccordo che va dalla corte esterna ai giardini». Con documentazione fotografica alla mano, il Codacons lancia un appello «per il buon nome della Certosa di Padula e di tutti gli abitanti del Vallo di Diano», quello di «evitare, da oggi in poi, di buttare le cicche per strada e, soprattutto, nella Certosa di Padula. Ne acquisteremo in rispetto da parte dei tanti turisti – conclude – che vengono ad ammirare questo importante monumento, patrimonio dell’intera Umanità».

©Riproduzione riservata