• Home
  • Cronaca
  • Mingardina, ancora frane tra Camerota e Palinuro: si rischia isolamento (FOTO E VIDEO)

Mingardina, ancora frane tra Camerota e Palinuro: si rischia isolamento (FOTO E VIDEO)

di Luigi Martino

Il copione si ripete: arriva l’inverno nel Cilento e con esso i problemi legati al dissesto idrogeologico. La Mingardina, come ogni anno, resta fra gli attori principali di questo spettacolo. Spettacolo per modo di dire perchè per gli abitanti del comprensorio è diventato un incubo. Un incubo che dura da diversi anni e nessuno, fino a questo momento, è riuscito a mettere la parola fine cercando una soluzione definitiva al caso. Gli enti litigano. Gli assessori della Provincia chiedono aiuto alla Regione «perchè a palazzo Sant’Agostino non ci sono soldi», dicono. La Regione non risponde. I sindaci nel mezzo non si muovono e la terra frana. Le montagne si sgretolano. L’asfalto scivola a valle. I cittadini non riescono a raggiungere stazioni, uffici e ospedali. I genitori, poi, hanno paura di mandare i propri figli a scuola. E già, perchè la Mingardina, come tante altre strade a rischio del Cilento, sono attraversate quotidianamente da pullman pieni di scolari diretti a Vallo della Lucania e Sapri.

Nella notte tra venerdì e sabato l’ennesima frana tra Marina di Camerota e Palinuro. Un fiume di acqua, accumulatosi sulla montagna, ha spinto a valle un ammasso di pietre. La Mingardina è stata invasa da fango, detriti e rocce. I carabinieri della stazione di Marina di Camerota, in servizio di pattugliamento, sono stati i primi a notare la frana. Il maresciallo Massimo Di Franco ha allertato i vigili urbani e il sindaco Antonio Romano. Sul posto è giunta anche la squadra della protezione civile ‘Cilento emergenza’. Il traffico è stato chiuso solo per qualche decina di minuti, il tempo di liberare la carreggiata e la circolazione è stata ripristinata. Ma l’allerta resta ancora alta. Il meteo prevede forti piogge su quella zona e le condizioni del mare sono in peggioramento.

©
©Foto Luigi Martino

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019