Vallo di Diano sempre più isolato: «No alla soppressione dei servizi inps a Sala Consilina»

Le organizzazioni sindacali confederali, ancora una volta, ribadiscono il principio di netta contrarietà ad ipotesi di smantellamento di servizi sul territorio provinciale. L’auspicio è che il comitato inps di Salerno esprima un giudizio negativo sull’ipotesi prospettata dalla direzione dell’istituto pensionistico di smantellamento della sede inps di Sala Consilina, respingendo, in nome dei tagli lineari, l’attacco ai servizi sul territorio.

«Di fronte ad una crisi economica, che quotidianamente fa crescere il disagio economico di imprese, cittadini e pensionati, questa area del territorio non può e non deve rinunciare ad un presidio che eroga servizi e prestazioni, anche di carattere sociale della massima importanza» spiegano i sindacati confederali.

«Riorganizzazione, razionalizzazione e revisione della spesa non può far rima con soppressione dei servizi, si ripete, in un’area con significativa presenza di pensionati, disoccupati, imprese e lavoratori. Le organizzazioni sindacali confederali sono pronte ad un confronto serio e costruttivo, unitamente alle categorie direttamente coinvolte» spiegano i sindacati.

Le organizzazioni sindacali intendono anche valutare proposte di merito che salvaguardino il diritto a ricevere servizi efficienti e di qualità, nonché capaci di ridurre e o abbattere costi palesemente inappropriati. «Rivolgiamo, fin da adesso, ai sindaci dell’area del Vallo di Diano un accorato appello a che il territorio di riferimento non subisca pesanti ulteriori mutilazioni in ordine alla presenza degli uffici pubblici, così purtroppo come già è avvenuto per il locale tribunale» concludono i sindacati.