• Home
  • Cronaca
  • Cirielli si esprime sull’eventuale soppressione del Tribunale di Sala Consilina-Sapri: “Adotterò ogni utile iniziativa al fine di conservare tutti e quattro i Tribunali del salernitano”

Cirielli si esprime sull’eventuale soppressione del Tribunale di Sala Consilina-Sapri: “Adotterò ogni utile iniziativa al fine di conservare tutti e quattro i Tribunali del salernitano”

di Marianna Vallone

Nella giornata di ieri, durante il Consiglio provinciale che ha discusso l’argomento all’ordine del giorno relativo all’ ipotesi di soppressione del tribunale di Sala Consilina, il presidente della Provincia di Salerno, Edmondo Cirielli, ha dichiarato: ““Mentre esiste una proposta di legge concreta per abrogare le province, non ve n’è alcuna relativa alla soppressione dei Tribunali. Su mia sollecitazione, il vicepresidente della commissione Affari Costituzionali, il senatore Domenico Benedetti Valentini ha proposto un emendamento alla legge delega che, dopo un serrato confronto con il Ministro Nitto Palma, ha ottenuto criteri importanti per la sopravvivenza dei Tribunali, attraverso due regole: un riequilibrio territoriale e la permanenza a pieno titolo con piena operatività di più Tribunali del territorio, ad esito della revisione.

In ciascun distretto di Corte d’Appello, dunque, compreso quello di Salerno, sarà salvaguardata l’esistenza di non meno di tre attuali Tribunali. Comunque darò sostegno alle parti sociali e politiche del territorio a sud di Salerno per rappresentare l’ipotesi della paventata soppressione del Tribunale di Sala Consilina presso il Ministro della Giustizia”.

E ha aggiunto: “Nel ruolo di presidente della Commissione Difesa alla Camera dei Deputati  e di presidente della Provincia adotterò ogni utile iniziativa al fine di conservare tutti e quattro i Tribunali del salernitano, motivo per il quale questa assise esprime la sua contrarietà rispetto alla paventata ipotesi di chiusura del presidio di Sala Consilina, prospettata in conseguenza del Decreto-Legge 13 agosto 2011, n. 138 convertito con modificazioni dalla L. 14 settembre 2011, n. 148, contenente misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria”. 

“C’è da dire- ha continuato- che al momento non ci troviamo in una fase preoccupante, anche se fanno bene le parti sociali e politiche del territorio a programmare ogni azione possibile. Per tale motivo voglio, dunque, ringraziare i politici del Diano e Bussento, in particolare i consiglieri Rocco Giuliano e Giovanni Fortunato per l’interessamento alla vicenda e rassicurare le comunità del circondario del Tribunale salese, perché nel mio doppio incarico adotterò ogni utile iniziativa”.

Il consigliere Rocco Giuliano che ha proposto l’inserimento del punto all’ordine del giorno ha sottolineato come “la soppressione del Tribunale salese contribuirebbe solo ad un impoverimento di un territorio che già versa in condizioni economiche difficili”.

Il consigliere Giovanni Fortunato ha evidenziato  come  “il Tribunale di Sala, coprendo un territorio vastissimo con ben ventotto comuni, dei quali diciannove nel Vallo di Diano e nove nel Golfo di Policastro, con una superficie superiore per estensione a moltissime province, rappresenti un presidio di legalità su un vastissimo territorio”.

Infine, anche il consigliere Salvatore Memoli ha sottolineato la “necessità di impiegare una delegazione per la tutela e conservazione del Tribunale del Vallo di Diano, territorio che ha dato i natali al grande giurista Alfredo De Marsico, scongiurando qualsiasi speculazione sulla vicenda”.

Posizioni condivise, inoltre, da parte dei consiglieri Antonio Romano, Massimo Cariello, Tommaso Amabile che sono intervenuti sull’argomento.

 

Articoli correlati:

Sala Consilina, calendario manifestazioni contro la soppressione del tribunale di Sala Consilina-Sapri

Sala Consilina, il tribunale, con la sezione staccata di Sapri, è destinato alla soppressione. “E’ necessaria una grande battaglia civile”

Sala Consilina: l’ordine dei commercialisti contro la soppressione del tribunale

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019