• Home
  • Cronaca
  • Piacenza, polizia ferma ubriaco: rumeno scappa e ferisce agente di San Giovanni a Piro (FOTO)

Piacenza, polizia ferma ubriaco: rumeno scappa e ferisce agente di San Giovanni a Piro (FOTO)

di Luigi Martino

A Piacenza è stato arrestato un rumeno nella notte tra sabato e domenica. L’uomo è finito in manette con l’accusa di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Questo pubblico ufficiale è cilentano, precisamente di San Giovanni a Piro.

Il fatto Era da poco passata la mezzanotte di sabato quando gli agenti della polizia locale in servizio hanno intimato l’alt ad un suv nero sospetto. L’uomo alla guida non si è fermato al posto di blocco ed è fuggito via. Alla guida un cittadino straniero che «si è dato alla fuga perchè ubriaco», questa è stata la sua giustificazione dopo che i poliziotti lo hanno bloccato. L’ispettore a bordo della volante si è subito gettato all’inseguimento tra le stradine della città. Inizialmente la polizia sospettava che la vicenda fosse connessa a qualche furto avvenuto in zona, e che avrebbe giustificato la fuga da parte dell’uomo. Ma l’etilometro ha avvalorato la tesi del conducente: il rumeno aveva bevuto superando di gran lunga il limite consentito dal codice della strada.

Agente ferito Nell’inseguimento un poliziotto è rimasto ferito. Nel tentativo di bloccare il fuggitivo, il pubblico ufficiale ha riportato una frattura alla mano, al metacarpo e 40 giorni di prognosi. Giampiero Sorrentino è il nome del poliziotto originario di San Giovanni a Piro, ma che vive a Piacenza per lavoro. L’ispettore è stato protagonista di altri episodi di cronaca al nord Italia: nella prima occasione ha salvato cinque cuccioli di cane che erano finiti per sbaglio in mezzo alla strada in una zona periferica percorsa soprattutto da mezzi pesanti diretti alla zona industriale e nella seconda occasione Sorrentino ha salvato un gattino nel vano motore di una Panda.

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019