Camerota, accusato di violenza sessuale viene assolto dopo un anno di carcere

Ennesimo caso di malagiustizia nel Cilento. Vittima questa volta un imprenditore di Marina di Camerota, Giuseppe Russo conosciuto in paese come Pino, accusato di violenza sessuale da una donna del golfo di Policastro. La vicenda risale ad alcuni anni fa, quando il giovane cilentano, nel luglio del 2009, viene raggiunto dalla querela di una donna residente ad Ispani. Secondo quanto dichiarato dalla presunta vittima alla caserma dei carabinieri, «l’uomo costrinse la donna ad avere rapporti sessuali con lui». Nulla di più falso, secondo la Corte di Appello di Salerno che dopo cinque anni lo ha assolto in formula piena perchè secondo i giudici «il fatto non sussiste». Pino Russo fu arrestato e rinchiuso in carcere a Vallo della Lucania. Dopo un anno di detenzione gli vennero concessi gli arresti domiciliari e poi fu rilasciato in secondo grado. L’avvocato Angelo Paladino, legale di Russo, procederà ora ad una richiesta di risarcimento danni. 

©Riproduzione riservata