• Home
  • Cronaca
  • Agropoli: si picchiano con sedie e pinze da camino, poi devastano il bar. In manette tre pluripregiudicati, minorenne denunciato

Agropoli: si picchiano con sedie e pinze da camino, poi devastano il bar. In manette tre pluripregiudicati, minorenne denunciato

di Luigi Martino

Una maxi rissa all’interno di un bar sul lungomare San Marco ha portato all’arresto di tre persone e un minorenne denunciato da parte dei carabinieri della compagnia di Agropoli agli ordini del capitano Giulio Presutti. Delle quattro persone coinvolte, tre sono già conosciute dalle forze dell’ordine per aver commesso vari reati. Inoltre, due di queste, sono sorvegliati speciali. Dalla rissa sono usciti tutti feriti, tranne il minorenne, e in aggiunta anche un carabiniere. Le accuse sono diverse.

Il fatto Sono passate da poco le 14 di domenica 26 gennaio quando dopo un iniziale screzio sul lungomare San Marco ad Agropoli, quattro persone sono entrate nel bar ‘Caffè del Golfo’. In questa attività le parole e le minacce si sono tramutate in violenza. Calci, pugni, spintoni: i partecipanti alla rissa mettono a soqquadro il bar. In sala volano suppellettili di ogni genere e persino una pinza del camino. Sangue dappertutto e paura. Paura soprattutto per i gestori e per chi in quel momento stava consumando un caffè al banco, in tranquillità. Quella tranquillità spezzata, interrotta da A.M., 48 anni pluripregiudicato e sorvegliato speciale; A.D., 48 anni pluripregiudicato e sorvegliato speciale; F.D., 23 anni 48 anni pluripregiudicato e avvisato orale; A.D., 17 anni figlio di uno dei contendenti.

Soccorsi e arresti La situazione degenera ad un livello tale che qualcuno avverte i carabinieri. Sul posto giungono in poco tempo i militari di Agropoli che ristabiliscono l’ordine nonostante le forti e continue resistenze dei rissosi. Infatti, mentre uno dei carabinieri cerca di placare la rissa, viene colpito da uno dei partecipanti alla rissa e resta lievemente contuso. I tre, comunque, hanno riportato lesioni personali, soprattutto tumefazioni e ferite al volto e alla testa, guaribili con non più di otto giorni di prognosi. Tre sono stati immediatamente arrestati, mentre il ragazzo minorenne è stato denunciato e riaffidato ai genitori, con l’accusa di rissa aggravata, lesioni personali aggravate, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019