Paestum ospita le sfide decisive del girone Centro Sud di beach soccer

Infante viaggi

Il beach soccer targato FIGC-LND entra nel vivo con la terza e ultima tappa della fase regolare della Serie A Enel riguardante il girone centro sud che andrà in scena sul litorale dell’antica Città della Magna Grecia Torre di Paestum dal 26 al 28 luglio.
 Per la prima volta le otto squadre del Centro Sud della serie A Enel si immergeranno nel Parco Nazionale del Cilento, l’evento è stato organizzato dall’amministrazione comunale di Capaccio in collaborazione con l’associazione Fox Paestum e il Forum dei Giovani su impulso della FIGC-Lega Nazionale Dilettanti. Venerdì, sabato e domenica a partire dalle ore 14.15 si affronteranno Barletta, Belpassese, Canalicchio, Catania, Italica, Lamezia Terme,  Panarea e Terracina per la conquista dei quattro posti utili per la qualificazione alle finali di San Benedetto del Tronto, che si disputeranno il 2 e 4 agosto. Il sindaco di Capaccio ha espresso tutta la sua soddisfazione per questo appuntamento unico nel suo genere:« Sono fiero e onorato per l’opportunità concessa al comune di Capaccio-Paestum di organizzare un evento di portata internazionale come questo. Un appuntamento che ci permette di dimostrare fattivamente la nostra capacità in termini di ospitalità, organizzazione e professionalità. Siamo convinti che accanto all’immagine affascinante del patrimonio culturale di Paestum possa convivere la dinamicità di uno sport giovane e spettacolare come quello del beach soccer». Italo Voza punta molto sui grandi eventi: «Soprattutto con questi appuntamenti di rilievo nazionale possiamo promuovere le eccellenze del territorio». Le parole del sindaco hanno trovato riscontro nelle dichiarazioni del consigliere federale Salvatore Colonna: «Qui nacque il beach soccer LND dieci anni fa, lo ricordo bene perché ero presidente del comitato regionale Campania. Da quel giorno questa disciplina ha fatto tanta strada diventando un dipartimento FIGC a tutti gli effetti e portando la nazionale sotto l’egida del club Italia.» Continua Colonna«Ed ora è giusto che questo sport sia tornato dove è nato, un ciclo virtuoso che si chiude nel migliore dei modi. La città e al disciplina hanno molto in comune, entrambe stanno crescendo esponenzialmente e questo connubio sono sicuro che sarà il primo passo di un lungo rapporto proficuo». Il coordinatore del Dipartimento BS, Santino Lo Presti ha voluto sottolineare un aspetto importante:«L’entusiasmo con cui si è proposta l’amministrazione comunale di Capaccio ci ha colpiti. Qui c’è una gran voglia di fare e un clima positivo che incarna al meglio lo spirito del beach soccer. Questo sport ha bisogno di espandersi in tutta Italia soprattutto nelle località dove si lavora con passione e si ama questo sport perché solo così si vince». Il presidente del CR Campania Enzo Pastore ha chiuso la serie d’interventi:«Non c’è sito migliore di Paestum-Capaccio per fare sport, qui si respira sport, si ama lo sport. Non è un caso se la LND ha organizzato tanti eventi calcistici in questo territorio perché al di là del fascino culturale e della sensibilità della gente qui si lavora tanto e bene riuscendo ad allestire eventi di portata non indifferente. Siamo nella porta del Cilento dove l’ospitalità è innata, le spiagge sono incantevoli, il mare limpido, il beach soccer non poteva trovare sito migliore per vivere una tappa che son sicuro sarà indimenticabile.»

  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro