• Home
  • Cronaca
  • Sala Consilina: chiusura tribunale, i sindaci minacciano le dimissioni

Sala Consilina: chiusura tribunale, i sindaci minacciano le dimissioni

di Federico Martino

I sindaci del vallo di Diano, ieri sera, al termine di un incontro convocato ad horas dal sindaco di Sala Consilina, Gaetano Ferrari, per discutere della paventata soppressione del tribunale salese:”Siamo disposti a dimetterci tutti e a consegnare al presidente della Repubblica la fascia tricolore, che ci onoriamo di indossare, pur di difendere il nostro tribunale”. Quello di Sala Consilina è uno dei circa sessanta tribunali italiani, cosiddetti minori, a rischio soppressione nell’ambito della riorganizzazione degli uffici giudiziari.

Nel corso della riunione, alla quale hanno partecipato quasi tutti i 15 sindaci dei comuni del vallo di Diano e numerosi avvocati del foro salese, è emersa la “ferma volontà di difendere in tutti i modi il mantenimento in vita del presidio di giustizia che ha competenza territoriale su 28 comuni dei comprensori del vallo di Diano, del golfo di Policastro e di parte del Tanagro”.

Dopo una lunga discussione i primi cittadini hanno inoltre deciso di inviare un articolato documento al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per spiegare tutti i motivi tecnico – giuridici per i quali il tribunale salese non deve essere soppresso.

Il documento sarà redatto nella giornata di oggi e successivamente inviato al capo dello Stato. Intanto lunedì prossimo gli avvocati dell’ordine forense di Sala Consilina si riuniranno in assemblea per decidere se continuare ancora l’astensione dalle udienze civili e penali, astensione ad oltranza iniziata a metà dello scorso mese di settembre.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019