• Home
  • Cronaca
  • Gabbie dei tonni alla deriva. Intervengono i pescatori. Sale la preoccupazione

Gabbie dei tonni alla deriva. Intervengono i pescatori. Sale la preoccupazione

di Luigi Martino

In questi giorni sono state numerose le segnalazioni a questa redazione di cittadini ed operatori del settore della pesca, relative agli spostamenti delle gabbie per l’allevamento dei tonni, a causa delle correnti marine. Alcuni pescatori avrebbero recuperato le gabbie alla deriva in una zona di mare molto distante da quella nella quale sono ormeggiate le gabbie galleggianti. L’intervento sarebbe andato – secondo quanto riportato da fonti che preferiscono non essere identificate – a buon fine, ma la preoccupazione che il fenomeno si possa ripetere resta alta. Gli effetti di tali imprevedibili spostamenti interessano la sicurezza della navigazione anche perchè non sarebbe a quel punto garantita l’efficiente segnalazione della struttura sottomarina. E’ probabile che la struttura necessiti di un ancoraggio maggiore capace di resistere alle forti correnti di questi giorni e di una manutenzione e sorveglianza adeguata. Resta l’interrogativo sulla necessità di tenere ancorate le gabbie nelle acque antistanti il porto di Marina di Camerota visti i limiti imposti dalla Comunità europea per la pesca del tonno e, per naturale conseguenza, per l’allevamento del pescato cui è destinata l’attività di questa infrastruttura. Come restano gli interrogativi sulle attuali autorizzazioni e gli obblighi di gestione di questa struttura tenuto conto dell’assenza dell’attività d’impresa. Continuano le segnalazioni e la richiesta di chiarimenti da parte di alcuni lettori di questo giornale che chiedono alle autorità competenti di fornire tutte le informazioni di cui si è a disposizione e se opportuno le rassicurazioni del caso.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019