Lavori abusivi sulla spiaggia di Palinuro, sequestri e denunce

Da circa due giorni, alla foce del fiume Lambro, sono state trovate delle persone di Centola che con una ruspa cingolata e senza alcuna autorizzazione stavano scavando la foce e creando passaggi artificiali. Il corpo Forestale dello Stato, i vigili urbani, la capitaneria di porto e i carabinieri, li hanno trovati sul posto e fermati il primo giorno, martedì 23 giugno. Le indagini, però, non si sono fermate e in quell’occasione non sono stati presi provvedimenti. Nella notte tra giovedì e venerdì, invece, i carabinieri sono tornati sul posto, per controllare nuovamente la zona. Hanno scoperto gli stessi artefici, operai di una ditta edile del posto. A questo punto sono scattati sequestri e denunce. Il blitz è scattato nelle prime ore di ieri mattina. Sulla spiaggia della Marinella di Palinuro è arrivato anche il personale dell’ufficio tecnico del Comune di Centola. Nel mirino delle forze dell’ordine i lavori di scavo eseguiti sull’arenile con un mezzo meccanico. I militari hanno interrogato l’operaio che stava eseguendo i lavori e hanno ascoltato anche alcuni turisti presenti sulla spiaggia. 

©Riproduzione riservata
Foto archivio