Vallo della Lucania, commercianti insorgono contro la ztl. Aloia: «Pensiamo a cose concrete»

L’amministrazione comunale di Vallo della Lucania respinge la proposta dei commercianti di riaprire la ztl, zona traffico limitato. I commercianti lamentano l’abbassamento del flusso commerciale e la dimunuzione di incassi da quando è in vigore la ztl. Dall’altro lato il sindaco di Vallo, Antonio Aloia, che respinge la proposta dei cittadini. «Tra le tante proposte formulate dai commercianti di Vallo, che lamentano il loro stato di difficoltà, quella di ripristinare la circolazione veicolare laddove oggi è la ztl non è stata accettata – commenta il primo cittadino di Vallo della Lucania -. Questo per due motivi: perché non crediamo che possa essere una soluzione per risollevare le sorti del commercio vallese e nel contempo perché la zona pedonale così come si presenta oggi raccoglie il consenso di una larga fetta di popolazione». «Abbiamo in mente – spiega ancora – proposte di altra natura, molto più concrete, che illustreremo in anticipo ai commercianti nell’incontro che si terrà al Comune nei prossimi giorni. Siamo sicuri – conclude Aloia – che troveranno l’approvazione degli esercenti in quanto sono state studiate con lo scopo di dare loro una mano».

I commercianti non sembrano trovare nessun accordo, per il momento verbale, con Aloia. Anzi, accusano l’amministrazione, «perchè – fanno sapere – hanno imbalsato il centro storico credendo che i cittadini si recassero di corsa a fare la spesa e una passeggiata. Invece di chiudere la zona – continuano – perchè non aprono un parcheggio in piazza Santa Caterina e negli spazi utilizzati dal personale del Parco?»

©Riproduzione riservata